Muore facendo rafting: pm, archiviazione

Valle D'Aosta
aosta

Autopsia, 48enne comasco ha perso la vita per un malore

(ANSA) - AOSTA, 09 NOV - Il sostituto procuratore di Aosta Francesco Pizzato ha chiesto l'archiviazione del procedimento per omicidio colposo aperto a seguito della morte - durante un'uscita di rafting - di Fabrizio Mauri, quarantottenne di Montano Lucino (Como). Dall'autopsia svolta dal medico legale Mirella Gherardi è emerso che non è morto per annegamento, ma per un malore: una circostanza che trova conferma anche dalle dichiarazioni fornite da chi aveva assistito alla tragedia.
    I fatti risalgono al 7 luglio scorso: Mauri era caduto in acqua dal gommone mentre con familiari e amici stava affrontando le acque della Dora Baltea all'altezza di La Salle, nell'ambito di un'uscita organizzata con una associazione di guide.
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24