M5S, aperti dialogo e nessun pregiudizio

Valle D'Aosta
@ANSA
e72db3601c5c7477c0df5b0cabb6fbb4

"Per dare una svolta occorre taglio netto con passato"

"Non abbiamo mai chiuso la porta in faccia a nessuno, a parte ai condannati. Siamo sempre stati aperti al dialogo con tutte le forze politiche già dalle prime consultazioni. I nostri prerequisiti per sederci al tavolo delle trattative erano e sono chiarissimi: via i pregiudicati dalla scena politica; taglio delle indennità del 50%; preferenza unica nella legge elettorale; no alla quotazione in borsa di CVA".
    Così il gruppo consiliare del Movimento 5 stelle risponde alla proposta di "alleanza" avanzata da Stefano Ferrero (Mouv') sui social.
    "Nessuno ha mai parlato di pregiudizi, di antipatie o di incomprensioni. Abbiamo sempre voluto dare un Governo a questa regione, sin dall'inizio. Ma le altre forze politiche continuano a fare orecchie da mercante. Il M5S è nato e oggi siede in Consiglio per eliminare il problema di questa mala-politica alla radice. Per essere il Governo della svolta bisogna dare un taglio netto a quello che è stato il passato, riavvicinando, anche con provvedimenti drastici, la politica ai cittadini" aggiungono i consiglieri Mossa, Vesan, Nasso e Russo.
    "Abbracciare i nostri principi - concludono - significa abbracciare il cambiamento; qualunque forza politica valdostana sia disposta a condividerli troverà la porta aperta per una trattativa su un eventuale contratto di Governo".
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24