Unità d'Italia: prima fila "associazionismo patriottico" Sud

Marche
a506f632f967d63358b5a9e4e2187353

I risultati di un convegno di studi della Deputazione di Storia

ascolta articolo

   "Da fine Settecento, alba della nuova Italia, al determinante 'snodo' risorgimentale del 1860-61, l'associazionismo patriottico meridionale, nell'articolazione di pur differenziate progettualità tra Mezzogiorno continentale e insulare, fu protagonista di prima fila del difficile percorso di 'costruzione' dell'Unità d'Italia". E' quanto è emerso a Potenza in un convegno nazionale di studi promosso dalla Deputazione Lucana di Storia Patria come tappa conclusiva del progetto interistituzionale di ricerca "1799-1861. Dall'alba della nuova Italia all'Unità: progettualità e azioni politiche da Sud".
    Il progetto è stato approvato dalla Giunta centrale per gli Studi storici e ha avuto come "compartecipi" le Deputazioni, oltre che Lucana, di Calabria, Puglia, Abruzzo e Marche, "anche con specifiche unità di ricerca".
    Il presidente della Deputazione Lucana, Antonio Lerra, ha definite "dense" le tre sessioni di lavoro del convegno, "con interessanti apporti (oltre venti relazioni) su problematiche ed aspetti riguardanti, lungo gli 'snodi' del complessivo percorso risorgimentale, assetti organizzativi ed evolutivi dell'associazionismo patriottico e relative configurazioni socio-professionali, progettualità e concrete azioni sul campo, rapporti e confronti con l'associazionismo patriottico di altre aree del Paese". (ANSA).
   

Ancona: I più letti