Open Fiber: digitalizzazione aree bianche Marche in 18 mesi

Marche
2ac9454b650d853a5e13589071dd7209

Ad Rossetti, nel 2022 lavori in 77 Comuni, ultimi 27 nel 2023

ascolta articolo

(ANSA) - ANCONA, 08 FEB - "La digitalizzazione delle aree bianche nella Regione Marche sarà completata entro e non oltre 18 mesi": è quanto è stato detto ad Ancona, a Palazzo Leopardi, dal governatore Francesco Acquaroli, dal vice presidente della Regione Mirco Carloni e dall'amministratore delegato di Open Fiber Mario Rossetti in un incontro stampa. La conferenza stampa è stata l'occasione per definire le tempistiche per il completamento dei cantieri, "che fino ad ora hanno accumulato forti ritardi", ha sottolineato l'assessore Carloni. "Uno dei fattori del ritardo - viene spiegato da Open Fiber - è rappresentato dalla scarsità di risorse a disposizione delle imprese esecutrici, negli ultimi mesi accentuata dalla pandemia". Nel 2021 Open Fiber ha completato i lavori in 73 Comuni nelle aree bianche, "nel corso del 2022 - ha spiegato l'ad Rossetti - saranno terminati i lavori in altri 77 Comuni e la chiusura del progetto avverrà nel primo semestre 2023 con gli ultimi 27 Comuni". L'obiettivo - è stato rimarcato - è che le famiglie marchigiane, le pubbliche amministrazioni e le imprese recuperino il divario digitale con il resto dell'Europa tramite una rete in banda ultra larga performante e di ultima generazione. Le unità immobiliari residenziali che saranno raggiunte dalla rete sono circa 880mila, che dovranno essere connesse entro il 2026. "L'impegno complessivo di Open Fiber nella regione Marche - ha ricordato Rossetti - è già oggi di 176 milioni di euro e, con le aree grigie, può arrivare fino ad oltre 300 milioni di euro". (ANSA).
   

Ancona: I più letti