Caterpillar: azienda chiude sito, oltre mille in piazza a Jesi

Marche
d99cd5aae36c07bbba24b5f9ab4c3fa2

Corteo Comune, istituzioni, operai. Striscione "#senza tregua"

   Oltre mille persone in piazza a Jesi (Ancona) per sostenere i lavoratori della Caterpillar (270 circa tra diretti e indiretti) dopo l'annuncio della multinazionale americana di voler chiudere lo stabilimento jesino che produce cilindri idraulici. Alla manifestazione organizzata dall'Amministrazione comunale cittadina, in collaborazione con le organizzazioni sindacali Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil - in costante presidio davanti ai cancelli dello stabilimento - partecipano tanti rappresentanti delle istituzioni, tra cui i vertici della Regione e sindaci in fascia tricolore della Vallesina, cittadini, associazioni (tra cui Legambiente e Anpi), lavoratori, addetti di altre aziende (tra le quali Raffineria Api e altri metalmeccanici); un' onda di bandiere, striscioni e solidarietà.
    Il corteo principale (alla testa uno striscione dei lavoratori Caterpillar Jesi e la scritta #senzatregua) partito dal Porta Valle sta confluendo in piazza Federico II dove sono radunati altri manifestanti. in testa il vice sindaco Luca butini (il sindaco Massimo Bacci è ricoverato in ospedale per Covid al Carlo Urbani di Jesi.
    Presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Francesco Acquaroli, l'assessore al Lavoro Stefano Aguzzi, il capogruppo consiliare Marche Pd Maurizio Mangialardi, Laura Boldrini (Pd), Nicola Fratoianni (Si). (ANSA).
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24