Comuni: Urbino, locali chiusi a mezzanotte 3 gg a settimana

Marche
4cb155719753e06d864f5b2f65db1bad

Sindaco, anti-degrado urbano. Confesercenti, misura abnorme

   Il sindaco di Urbino Maurizio Gambini dice no alla movida notturna e ai suoi effetti. Oggi ha firmato un'ordinanza urgente per imporre la chiusura a mezzanotte di tutti i locali e le attività commerciali del centro per tre giorni a settimana. Il provvedimento, in vigore per almeno un mese, decorre da oggi. Gli esercizi dovranno tirare giù la saracinesca a mezzanotte di ogni giovedì, venerdì e sabato (fino alle ore 4 del giorno seguente) per evitare risse e assembramenti che "causano un grave degrado urbano". La misura rimarrà in vigore fino al 15 ottobre compreso, con possibilità di rinnovo. Il Comune si riserva facoltà di deroghe in occasione di particolari eventi organizzati o patrocinati dalla stessa amministrazione.
    Con riferimento a risse e assembramenti, "tali criticità - recit l'ordinanza n. 43 - sono aggravate dalla presenza nella zona di attività commerciali e pubblici esercizi che praticano la vendita di bevande anche in orario serale e notturno, creando una crescente insicurezza sociale che rende difficoltosa la vita dei residenti e dei cittadini in genere. Essendoci lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili, pertanto ai fini della tutela della salute pubblica, vanno disincentivati gli assembramenti di persone che potrebbero determinare comportamenti potenzialmente a rischio del diffondersi del virus Covid-19".
    Contro questa decisione, si è scagliata la Confesercenti che parla di provvedimento abnorme "come se per contrastare l'ubriachezza da vino si tagliassero le viti". (ANSA).
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24