500mila euro non dichiarati all'imbarco, sequestro metà somma

Marche
55c232c295411b7afe191cc54700c89e

Adm-Gdf al porto di Ancona, denaro per acquisto casa in Grecia

   Un passeggero comunitario voleva imbarcarsi al porto di Ancona su un traghetto per la Grecia con poco meno di 500mila euro nascosti nei bagagli. Lo hanno scoperto i funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli e i militari della Guardia di Finanza in servizio presso gli spazi doganali durante l'attività di controllo. Alla domanda di rito se avesse "qualcosa da dichiarare", il viaggiatore ha risposto negativamente. Invece dal controllo dei bagagli sono emersi circa 496.800 euro (per la maggior parte in banconote da 200 euro), secondo quanto poi accertato, destinati all'acquisto di una casa in Grecia. Adm e Gdf hanno sottoposto a sequestro amministrativo il 50% dell'eccedenza della valuta trasportata e non dichiarata, per un importo di 243.400 euro, come previsto dal D.Lgs. 195/08.
    Nonostante il calo dei passeggeri, dovuto all'emergenza sanitaria causata dal Covid-19, i funzionari Adm e i militari della Guardia di Finanza di Ancona proseguono nei controlli delle frontiere e del traffico di valuta, tutelando i comuni interessi economici e finanziari italiani e comunitari. (ANSA).
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24