Trasporti: Marche, altri 3mln euro fermate bus 'accessibili'

Marche
7682dd6db63c4dd361f2743fb3d654a2

404mila euro a Sirolo per 25 pensiline. Fondi per ripristino asilo inagibile

   La Regione Marche stanzia 3 milioni e 138 mila euro per far scorrere le graduatorie relative a interventi per migliorare l'accessibilità, accoglienza e funzionalità delle fermate degli autobus (sono circa 8mila nella Regione): 404 mila euro andranno al Comune di Sirolo per 'riqualificare' 25 pensiline tra il 2021 (8) e il 2022 (17). Si tratta dello stanziamento più alto tra quelli andati ai vari comuni beneficiari, hanno riferito in una conferenza stampa a Sirolo e streaming, il sindaco di Sirolo Filippo Moschella, l'assessore regionale Guido Castelli e il consigliere regionale Mirco Bilò (Lega). Gli ulteriori fondi, ha detto Castelli, hanno permesso di far rientrare tra gli interventi anche Sirolo fuori in una prima fase: è stato possibile grazie alla lungimiranza del Comune che aveva approntato un progetto per le 25 fermate bus.
    Altro intervento, supportato da contributi regionali e da fondi post sisma con interessamento della Regione, riguarderà lo stabile Opera Pia dell'asilo, tra Sirolo e Numana, inagibile dopo il sisma 2016: ora i bimbi sono stati ospitati in una struttura di Marcelli in mancanza dell'altro plesso.
    "Le fermate dei bus - ha ricordato Castelli - sono luoghi in cui i pendolari devono stazionare, sono importanti dal punto di vista della sicurezza degli utenti e stradale". Tra gli altri beneficiari dei fondi, che serviranno anche a sistemare le anse stradali di fermata dei mezzi, per gli interventi, anche i comuni di Osimo (54mila), Montemarciano (26mila), Jesi (20mila).
    Quanto all'asilo, Castelli ha rimarcato che il terremoto ha "riguardato anche territori fuori dal cratere come l'asilo a Sirolo che svolge funzioni educative anche per il Comune di Numana"; e l'importante opera del "terzo settore che si dà da fare, dispensa a volte il sistema pubblico da obblighi di formazione". "E' pubblico, quello che produce beni e servizi per la collettività".
    "E' un buon inizio - ha chiosato Bilò - e speriamo di poter continuare a dare risposte alla cittadinanza anche per i trasporti e gli spazi necessari". E' importante, ha ricordato, anche per il turismo e la ripresa dell'economia. A breve, ha riferito, il presidente Acquaroli, illustrerà "un nuovo piano turistico". (ANSA).
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24