Molestò studentesse, condanna definitiva

Marche
ancona

Fatti nel 2017 ad Ancona. Cassazione, 2 anni e 4 mesi carcere

Con la pronuncia della Cassazione diventa definitiva la condanna a due anni e quattro mesi di reclusione per il bidello di Ancona, 68enne, che nel 2017 venne arrestato dai Carabinieri di Brecce Bianche con l'accusa di avere compiuto atti sessuali su studentesse minorenni che denunciarono palpeggiamenti e "baci proibiti". Gli inquirenti ascoltarono in segreto le adolescenti e altre persone in grado di ricostruire i fatti. Le ragazzine, per l'accusa, subirono in momenti diversi pesanti attenzioni da parte del bidello che a scuola le avrebbe molestate nell'ascensore e in uno stanzino, lasciandosi andare ad apprezzamenti spinti e a carezze proibite.
    Dopo la denuncia sporta dai genitori di una delle giovani, i militari piazzarono telecamere nella scuola, riuscendo a trovare gravi elementi a carico dell'uomo. Dopo un periodo di arresti domiciliari, fu allontanato dall'istituto scolastico. Ora dovrà scontare la pena in carcere che prevede anche l'interdizione perpetua da uffici scolastico pubblici o privati.
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24