Corinaldo, un arrestato nega accuse

Marche
1d0e4a805002ea87532757e23dd0af5f

'Non ho spruzzato spray, non ero in contatto con gli altri'

(ANSA) - BOLOGNA, 5 AGO - "Non ho niente a che fare con i fatti di Corinaldo. Non ho spruzzato lo spray e non ero in contatti con gli altri ragazzi. Sono entrato in quella discoteca dieci minuti prima della tragedia". Sono le dichiarazioni rese oggi in carcere a Genova, dove è stato arrestato mentre era in ferie, da Andrea Cavallari, ventenne della Bassa Modenese, uno dei giovani in manette poiché ritenuti i componenti della 'banda dello spray' che ha causato la strage a Corinaldo, Ancona, tra il 7 e l'8 dicembre scorso.
    Accompagnato dal suo avvocato, Gianluca Scalera, Cavallari si è invece avvalso della facoltà di non rispondere in merito agli altri capi d'imputazione a suo carico, ovvero alle rapine consumate sempre all'interno di locali. Domani dovrebbero affrontare l'interrogatorio anche gli altri indagati, tra Modena e Ravenna. Alla prova del nove il 'patto' del silenzio che, dalle indagini, emerge tra Ugo Di Puorto, Raffaele Mormone (due indagati) ed Eros Amoruso, componente gang morto ad aprile in un incidente stradale.
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24