Aziende camion, in 250 per class action

Marche
9fba64fd95d186407f4e0ee7c6a5baf1

I dati nelle Marche, campagna risarcitoria promossa da Fita Cna

(ANSA) - ANCONA, 2 AGO - Oltre 250 imprese di autotrasporto nelle Marche (più di 80 nella sola provincia di Ancona), ad oggi, hanno aderito alla class action promossa da Fita Cna già tre anni fa, contro alcune case costruttrici di camion che hanno formato un cartello, accertato poi nel luglio 2016 dalla Commissione Europea. Il cartello, spiega Fita Cna Ancona, aveva lo scopo di tenere alti i prezzi di acquisto dei camion e di ritardare l'immissione sul mercato di innovazioni tecnologiche.
    Alle oltre 250 imprese aderenti, fanno riferimento più di mille camion. A livello nazionale sono invece oltre 3.000 le imprese che hanno aderito all'azione risarcitoria.
    "Stiamo parlando di un'azione che prevede rimborsi consistenti per gli aderenti - spiega Fausto Bianchelli, responsabile Fita Cna Ancona - ed alcuni risultati legali sono già stati ottenuti, come l'ammissibilità dell'azione collettiva e la sentenza del Tribunale di Milano che ha rigettato le eccezioni di prescrizione delle case costruttrici".
    La campagna risarcitoria per l'autotrasporto danneggiato dal cartello dei camion promossa dalla Fita Cna ha vinto il premio Antitrust 2017 nella categoria associazioni di imprese assegnato dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. "Vogliamo ricordare - conclude Bianchelli - che l'adesione alla class action è ancora aperta e totalmente gratuita e chi si è già rivolto a Fita Cna non può rivolgersi ad altre azioni pena la decadenza ed una penale".

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24