Fotogallery 25 gennaio 2017

Aspettando Superkids: la top ten dei bambini prodigio nella storia

  • Da Picasso a Mozart, da Von Neumann ad Maria Gaetana Agnesi, scopri nella fotogallery alcuni tra i bambini prodigio che hanno scritto la storia
  • John Von Neumann: a sei anni ripeteva a memoria gli elenchi telefonici, eseguiva a mente divisioni a due numeri da otto cifre e conversava in una delle sei lingue che padroneggiava perfettamente. Crescendo porterà importanti contributi nei campi della cibernetica, statistica, matematica, quantistica ed economia
  • Blaise Pascal: Nato nel 1623 e educato dal padre dopo la morte della madre, a 12 anni risolse le 23 teorie di Euclide e a sedici scrisse un trattato di geometria proiettiva. Fu fondamentale alla costruzione di calcolatori meccanici e allo studio dei fluidi, chiarendo i concetti di pressione e vuoto. Recentemente hanno stimato il suo quoziente intellettivo su 185
  • Jean Francois Champollion: considerato il padre dell’egittologia, a 20 anni parlava: Latino, il Greco, l’ebraico, l’Aramaico, il Sanscrito, L’Etiopico, l’Arabo, il Pahlavi, il Siriaco, il Cinese e il Francese. Decifrò i geroglifici egiziani e parte della stele di Rosetta
  • Kim Ung-Yong: di nazionalità sudcoreana Kim, all’età di tre anni conosce già giapponese, coreano, tedesco e inglese, a cinque anni risolve un’equazione differenziale stocastica, a sette anni viene invitato negli USA dalla NASA dove a 15 anni, durante gli studi universitari, inizia a lavorare come ricercatore. Dal 2007 è professore universitario in Sud Corea
  • Maria Gaetana Agnesi: oltre ad essere la prima donna autrice di un libro di matematica e prima ad avere una cattedra universitaria, in tenera età frequenta gli intellettuali di mezza Europa nel salotto del padre ed era solita esporre ad essi le sue tesi filosofiche. Tra le prime a sostenere fortemente l’educazione femminile, pubblicherà tesi matematiche per il resto della vita
  • Wolfgang Amadeus Mozart: il leggendario compositore, morto nel 1791 a soli 35 anni nella sua corta vita ha scritto più di 600 composizioni. Come ha fatto? Iniziando a studiare musica fin da tenera età: a sei anni la prima composizione, a otto anni la prima sinfonia e a 12 la prima opera
  • Pablo Picasso inizia a dipingere da piccolissimo sotto la supervisione del padre pittore. A soli 15 anni il suo primo grande dipinto ad olio viene esposto a Barcellona dando inizio ad una serie di esposizioni e medaglie in campo artistico. Il suo avvicinamento alle avanguardie lo separerà dai genitori ma facendolo diventare il più grande artista del secolo scorso
  • William James Sidis è considerato l’uomo più intelligente mai esistito, con un quoziente intellettivo di 250-300, all’età di otto anni ha sviluppato un logaritmo basato sul numero 12 spiegandone il funzionamento ad Harvard entrando all’università a 11 anni e laureandosi a 16 con lode. Una volta diventato adulto non riuscirà però ad inserirsi nella vita sociale e morirà a soli 46 anni per emorragia celebrale
  • Getty Images
  • Getty Images
/

In attesa della prossima avvincente puntata di Superkids, in onda tutti i mercoledì alle 21.15 su Sky Uno, sfoglia la fotogallery con alcuni dei talenti più precoci che hanno scritto la storia: da Wolfgang Amadeus Mozart a Maria Gaetana Agnesi, passando da Von Neumann...e la lista potrebbe continuare per arrivare fino ai nostri giorni

TAG: