The Deuce - La via del porno: il sesso più reale di sempre

Inserire immagine

Scene di nudo, spesso anche molto movimentate, sesso libero, uomini e donne ripresi senza veli attraverso le stesse inquadrature, senza distinzione alcuna, ma in un modo assolutamente realistico e per nulla idealizzato. Con The Deuce - La via del porno non poteva essere altrimenti: continua a leggere e scopri di più sulla serie più audace di casa HBO

Dopo Masters of Sex, che aveva un taglio più "scientifico" ma era comunque decisamente sexy, su Sky Atlantic torna grande protagonista il sesso con The Deuce – La via del porno, serie targata HBO che ha debuttato sul canale 110 martedì 24 ottobre. Se i “maestri del sesso” avevano portato una ventata di sensualità sul piccolo schermo, la nuova serie si spingerà oltre. BEN OLTRE!!



 

 

Il sesso più realistico di sempre

“Realisticamente umano e imbarazzante”. Così è stato definito The Deuce – La via del porno, che pare si proponga come il primo prodotto per la tv che rispecchia crudelmente la realtà dell’industria pornografica degli anni Settanta. Quello che cercano i produttori non è la bellezza estetica delle scene, piuttosto delle riprese che siano sincere. Così capita di vedere avvinghiati dei corpi con tutte le loro imperfezioni, dove i difetti non vengono affatto nascosti. D’altronde, David Simon non ha mai prodotto niente all’acqua di rose, e questo nuovo spettacolo - creato con George Pelecanos - non è diverso.

 



Condom e sesso facile

L’universo di The Deuce – La via del porno non è quello del sesso glamour delle escort di lusso. Piuttosto, sono i rapporti sporchi, brutali, quelli che vanno in scena qui. E la Times Square degli anni Settanta pare funzionare alla perfezione come scenario di un mondo dove malattie a trasmissione sessuale e sesso non protetto sono all’ordine del giorno. I condom? Ci sono. Ma, accusa qualcuno, sono presentati più come gadget sessuali, per dare luogo a scene comiche o hot, più che per trasmettere un messaggio responsabile.



Maschi senza veli

Un’altra cosa che ci mostrerà The Deuce – La via del porno sono gli uomini senza veli. Tanti quanti le donne. Già, perché se siamo stati abituati a vedere sul piccolo schermo quasi esclusivamente le curve del gentil sesso senza veli, questa volta anche i ragazzi metteranno parecchia pelle in mostra: pensate che durante la premiere della serie si sono visti dei nudi maschili integrali per ben tre volte in un unico episodio, con tanto di scene esplicite di sesso orale fra una giovane ragazza e un uomo avanti con gli anni. Il tutto ambientato in una strada secondaria del centro di New York. Per non parlare della scena di una brutale aggressione sessuale che coinvolge Darlene, con il volto di Dominique Fishback. L’aggressore si mostra al pubblico senza titubanze, facendo vedere di sé viso e tutto il resto.

 




Uomini vs. donne

“Lo spettacolo – dice Pelecanos – porta in campo la misoginia di genere. La misoginia non è mai stata a questi livelli, eppure a distanza di decenni ci ritroviamo in una situazione non molto lontana da quella riprodotta nella serie”. Così il produttore non ci sta quando viene detto che la serie è troppo spinta e spiega che The Deuce – La via del porno è semplicemente reale, riconosce chiaramente che la maggior parte dell’offerta sessuale è orientata verso gli uomini, che possono essere scortesi, violenti o semplicemente irrispettosi, e per questo non intende addolcire in alcun modo la brutale realtà. Tutto questo secondo Pelecanos si riduce alla convinzione negli uomini di potere ottenere tutto ciò che vogliono, quando lo vogliono. “Quando ero un adolescente, la pornografia per me era una copia di Playboy e i seni di una donna. Ora un ragazzo può aprire un computer e vedere una donna in qualsiasi situazione, anche attraverso immagini di violenza. E questo può influenzare la sua psiche e cultura in modo negativo”.

TAG: