Emily Blunt è "La ragazza del treno"

Inserire immagine

Appuntamento, in prima tv, lunedì 13 novembre alle 21.15 su Sky Cinema Uno - Emily Blunt è la protagonista della trasposizione del best-seller di Paula Hawkins. Rachel non ha superato il divorzio e il fatto che il suo ex si sia risposato, affogando i dispiaceri nell’alcol. Abituata a osservare le case che si susseguono dal treno pendolari che prende ogni giorno, un giorno nota che la donna, che riteneva dalla vita perfetta, è con un altro uomo. Le cose peggiorano quando pochi giorni dopo la donna scompare

(@BassoFabrizio)

La Ragazza del Treno
veste di giallo. Perché questo film, tratto dall'omonimo romanzo di Paula Hawkins, ci porta in un clima giallo che trasuda tensione a ogni fotogramma. Come il libro a ogni pagina. L'appuntamento con la pellicola diretta da Tate Taylor e con, tra gli altri, Emily Blunt, Haley Bennett, Rebecca Ferguson, Justin Theroux e Luke Evans è lunedì 13 novembre alle ore 21.15 su Sky Cinema Uno.

Al centro della vicenda c'è Rachel, una donna giovane e in lite con la vita. E' divorziata ma ancora innamorata del marito seppure lui abbia una nuova famiglia. A rendere più lieve la tristezza c'è solo l'alcol. Durante i suoi viaggi in treno per raggiungere il lavoro osserva dal finestrino una coppia di giovani e comincia a immedesimarsi nella ragazza, Megan, bella e piena di vita. Ma un altro ostacolo interiore è in agguato: nel suo osservare e indagare scopre che ha una relazione con un altro uomo e ciò la conduce a rivivere il proprio trauma una seconda volta e a perdere quel minimo di stabilità che aveva riconquistato. Un giorno, al risveglio, scopre che Megan è scomparsa: Rachel quanto e come è coinvolta in questa sparizione?

Quello che accomuna al film al libro sono gli stati d'animo della protagonsita. Non c'è dissimulazione. Quello che è un viaggio di abitudine diventa un itinerario nell'anima. Perché Rachel esterna il suo dolore, la sua sofferenza fino a immedesimarsi non solo in un'altra persona, convinta di essere parte della sua favola, ma anche nei piccoli gesti della quotidianità. Eppure quello che pare noia diventa il momento più dolce della sua giornata. Protetta da un vetro si sente separata dal mondo ma riesce a osservarlo. Fino al momento in cui non capirà più se il vetro e vero o reale. Così come la sparizione di Rachel. Chi è davvero Rachel? Vittima, complice, carnefice, visionaria, folle o semplicemente una donna che combatte le sue debolezze?