Blair Witch: il terzo capitolo è su Sky Cinema Max

Inserire immagine

Appuntamento, in prima tv, giovedì 26 ottobre alle 21.00 su Sky Cinema Max - Il terzo film della saga sulla Strega di Blair e diretto sequel del campione d’incassi del 1999. Un gruppo di studenti si avventura nella foresta di Black Hills per cercare di svelare il mistero legato alla sparizione della sorella di James, Heather, avvenuta 17 anni prima. Il gruppo è inizialmente ottimista, ma nel corso di una notte infinita i ragazzi iniziano a sentire intorno a loro una presenza sinistra…

Arriva, per la prima volta in tv, su Sky Cinema Max (giovedì 26 ottobre alle 21.00) Blair Witch, terzo capitolo del franchise dedicato al mistero della strega di Blair. Un ritorno, quasi certamente motivato dalla volontà di cercare di svelare il mistero legato alla sparizione della sorella di James Donahue (James Allen McCune), Heather, avvenuta appunto 17 anni prima, e che in molti pensano sia collegata alla leggenda della Strega di Blair. Il gruppo di ragazzi è inizialmente ottimista, soprattutto quando alcuni abitanti del posto si offrono di guidarli nella foresta. Parcheggiate le auto, il gruppo si inoltra nella foresta, ma nel corso di una notte infinita, dove anche il tempo si confonde, i ragazzi iniziano a sentire intorno a loro una presenza, nulla di visibile e dunque anche più spaventoso. E lentamente si rendono conto che la leggenda è molto più reale e inquietante di quanto potessero immaginare. 

Dopo la débâcle del sequel Il libro delle streghe – Blair Witch 2, il regista Adam Wingard ha, con coraggio, messo mano alla pesante eredità lasciata da quel piccolo-grande film del 1999, prodotto con un budget di poco più di ventimila dollari e girato in soli otto giorni, nell'autunno del 1997, nei boschi del Maryland, da una coppia di cineasti agli esordi, Daniel Myrick ed Eduardo Snchez. Un film che divenne un fenomeno grazie al passaparola (248 milioni d'incasso) e lanciò il fenomeno 'found footage' (film realizzati parzialmente con un metraggio preesistente riassemblato con libertà). 

“La sfida è stata per noi quella di realizzare un film horror moderno dello stesso livello, se non maggiore, di tutti i film horror degli ultimi 17 anni, tra cui The Conjuring, Insidious e Saw, e che venisse percepito il più reale possibile dal pubblico come quello del 1999", ha avuto modo di dire lo sceneggiatore Simon Barret. "Una delle cose che preferisco del guardare i film horror è il salto di paura, e li ho sempre inclusi nei miei film. Con Blair la sfida è stata quella di introdurli nel found footage" disse invece il regista trentatreenne nato a Oak Ridge, nel Tennessee. Nel cast oltre che James Allen McCune, Callie Hernandez, Lisa Arlington, Corbin Reid, Brandon Scott, Brandon Scott, Wes Robinson e Valorie Curry.