Scala, quattro concerti per i giovani dell'Accademia a luglio

L'Orchestra dell'Accademia Teatro alla Scala in concerto in occasione dell'inaugurazione dell'Expo 2015 (Getty Images)
3' di lettura

Dall'11 al 15 luglio l'Orchestra dell'Accademia del Teatro alla Scala va in tournée in Lombardia. Quattro date gratuite, aperte a tutti, per celebrare l'Anno della Cultura

La sinergia tra il Teatro alla Scala, l'Accademia Teatro alla Scala e la Regione Lombardia continua. Dall'11 al 15 luglio, i giovani strumentisti cresciuti nel polo musicale suoneranno a Varese, Como, Pavia e Cremona. Non solo teatri ma anche piazze e spazi all'aperto; la prima data, ad esempio, si terrà nell'ippodromo varesino in concomitanza con il "Trofeo delle provincie di Lombardia". Tutte le serate avranno ingresso gratuito.

Le date dei concerti

I quattro concerti hanno l'obiettivo di creare nuove occasioni di partecipazione sul territorio, coinvolgendo alcune delle principali istituzioni teatrali lombarde. Il primo concerto si terrà a Varese l'11 luglio, unendo anche la serata in onore del premio ippico istituito in memoria di Guido Ermolli. "Finalmente anche un mio vecchio sogno diventa realtà: realizzare una serata di corse insieme alla musica" ha detto il sovrintendente del Teatro, Alexander Pereira. Il 13 luglio i giovani strumentisti saranno al Teatro Sociale di Como, il 14 luglio al Teatro Fraschini di Pavia e il 15 luglio, infine, in Piazza del Duomo a Cremona.

Il debutto di Lorenzo Viotti e il programma

Alla direzione dei concertisti ci sarà il giovane Lorenzo Viotti, al suo debutto. A soli 25 anni può già vantare esperienze di rilievo nella conduzione di autorevoli orchestre come l'Orchestre National de France, la Royal Philharmonic Orchestra, i Wiener Symphoniker e il Gustav Mahler Jugendorchester, in sale e teatri d'opera prestigiosi come il Théatre du Chatelet, la Fenice di Venezia, l'Opera di Stoccarda o la Semperoper di Dresda. Si tratta di un artista su cui il Teatro alla Scala intende "puntare tantissimo" negli anni futuri, tanto da affidargli un concerto nel 2018 con l'Orchestra, e la direzione di "Romeo e Giulietta" al Teatro Piermarini nel 2020. "Sto correndo da diversi anni dietro questo giovane direttore - dice Pereira - che per me è il più grande giovane direttore del mondo" . La formazione eseguirà celebri arie di opera lirica interpretate dal tenore Benjamin Bernheim: tra queste ci saranno "l'Intermezzo", tratto dalla "Cavalleria Rusticana", "Che gelida manina", "Lunge da lei", oltre all'Ouverture da "La forza del destino" e la "Sinfonia n. 4" di Čajkovskij. Le serate, pensate e inserite nel programma per l'Anno della Cultura, sono tutte a ingresso libero.

Gli obiettivi dell'iniziativa

L'obiettivo dell'iniziativa è di "aprire la Scala ai territori - ha precisato l'assessore regionale alla Cultura, Cristina Cappellini - perché la Scala deve essere presente là dove c'è la gente, e questa deve essere una festa per tutti". Inoltre, la tournée costituisce un'ulteriore opportunità di crescita per i giovani concertisti nel perfezionamento del proprio percorso professionale che, nell'arco di un biennio, consente loro di vivere esperienze professionali reali nel repertorio sinfonico, d'opera e di balletto, sotto la guida di direttori di fama internazionale. Sempre nell'ambito delle iniziative organizzate per l'Anno della Cultura, l'Orchestra dell'Accademia si esibirà più avanti anche a Milano: l'appuntamento è per il 10 settembre, in piazza Città di Lombardia, con l'opera per bambini "Il ratto dal serraglio" di Mozart.

Leggi tutto
Prossimo articolo