Nel mondo venduto un milione di bottiglie di plastica al minuto

La maggior parte delle bottiglie di plastica viene dispersa nell'ambiente (Ansa)
3' di lettura

Secondo il report di Euromonitor International, la produzione di questi contenitori che finiscono a tonnellate nei mari continua a salire: entro il 2021 verranno vendute oltre 580 miliardi di unità

Un milione ogni minuto, 20mila al secondo: sono questi i numeri delle bottiglie di plastica acquistate nel mondo. Inoltre, l'espansione della plastica, che rischia finire nei mari minacciando l'ecosistema, proseguirà di un'ulteriore 20% entro il 2021. E' quanto risulta dai dati di Euromonitor International, che ha compilato un report consultato in anteprima dal Guardian. (VAI ALLO SPECIALE SKY UN MARE DA SALVARE).

Sempre più plastica

Entro la fine del decennio, oltre 500 miliardi di bottiglie saranno vendute ogni anno su scala globale (sono già 480 nel 2016); dato il forte impatto ambientale della cospicua dispersione della plastica nell'ambiente, questa crescita costituisce un pericolo per la fauna marina e per l'uomo. Secondo alcuni attivisti, riporta il quotidiano britannico, il problema della plastica potrebbe divenire serio quanto lo è il cambiamento climatico. Per rendere l'idea dello sviluppo del fenomeno è sufficiente ricordare che le bottiglie vendute erano state 300 miliardi un decennio fa (il 60% in meno di oggi) e diventeranno, secondo le stime, 583,3 miliardi entro il 2021: si tratterebbe di un aumento del 94,43% in 15 anni. Ed è stato dimostrato come le microplastiche ingerite dai pesci finiscano nei loro tessuti e, potenzialmente, nel piatto dei consumatori. 

Riciclo in difficoltà

Meno della metà dei 480 miliardi di bottiglie vendute nel 2016 sarà riciclato e appena il 7% delle unità recuperate vivrà una “nuova vita” come bottiglia di plastica. La maggioranza della produzione, al contrario, è destinata a disperdersi nell'ambiente: secondo una ricerca della fondazione Ellen MacArthur, finiscono in mare ogni anno tra i 5 e 13 milioni di tonnellate di plastica.

Il ruolo della Cina

Se la domanda di plastica, in particolare quella delle bottiglie destinate a contenere acqua minerale, sta crescendo fortemente lo si deve in particolare alla Cina, ha spiegato al Guardian la responsabile packaging di Euromonitor, Rosemary Downey. Il consumo di acqua imbottigliata da parte del Dragone rappresenta, infatti, circa un quarto di quello complessivo. La vendita di bottiglie di plastica nella sola Cina è salita del 7,9% fra il 2015 e il 2016, a quota 73,8 miliardi di unità. "Questo aumento è causato dall'accresciuta urbanizzazione", ha dichiarato Downey, "c'è il desiderio di una vita sana e ci sono preoccupazioni riguardo alla contaminazione delle acque e alla qualità dell'acqua del rubinetto”; fattori questi, “che contribuiscono all'aumento dell'uso di acqua di bottiglia”.

Leggi tutto