>ANSA-IL-PUNTO/COVID:Veneto,riprese vaccinazioni Astrazeneca

Veneto
6604e6d7071d9bd18531289aa40dd7bd

A Mestre lunga fila insegnanti;1.917 nuovi contagi e 23 decessi

(ANSA) - VENEZIA, 19 MAR - Mentre riparte dal pomeriggio la 'macchina' delle vaccinazioni con Astrazeneca, coinvolgendo a Mestre 217 insegnanti, i numeri della pandemia in Veneto ricalcano l'andamento degli ultimi giorni Sono 1.917 i nuovi contagi da Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 362.925 casi dall'inizio della pandemia. Le vittime salgono a 10.318, con 23 decessi nelle ultime 24 ore. I positivi attuali sono 37.613, 675 in più rispetto a ieri.
    Stabile la situazione clinica, invariata nei reparti non critici, che accolgono 1.610 pazienti; sono invece 8 i nuovi ingressi in terapia intensiva, con 219 ricoverati.
    A preoccupare è sempre l'indice Rt: l'ultima proiezione lo rileva all'1.25 in Veneto, mentre il tasso dell'incidenza nella popolazione è di 245 ogni 100.000 abitanti. "C'è un timido calo - spiega il Presidente Luca Zaia - però con un parametro che conferma le valutazioni fatte fino ad oggi". Il Veneto, in ogni caso, non potrebbe cambiare il colore rispetto alla zona prima di un'altra settimana.
    Sotto controllo sino ad ora la situazione ospedaliera. Il tasso di saturazione delle terapie intensive è attualmente al 19%, contro uno sbarramento posto al 30%, e le aree mediche al 21% (40%). "Il campanello d'allarme - sottolinea Zaia - è dato dall'incidenza nella popolazione, deve porci preoccupazione, perché dobbiamo evitare di contagiarci". Molte speranze di cura vengono dall'introduzione delle terapie monoclonali. "Finora abbiamo avuto una prima consegna di farmaci di un solo tipo di monoclonale, quello della Lilly, ma Aifa ci ha confermato che entro fine mese avremo una consegna decisamente più importante, oltre 30mila fiale" dice la prof. Evelina Tacconelli, direttrice di malattie infettive che a Verona sta coordinando l'attività delle prime somministrazioni di anticorpi monoclonali in Veneto.
    Alla regione sono state consegnate poco meno di 250 fiale di monoclonali, su un totale di 4.000 a livello nazionale.
    Nel frattempo al Padiglione Rama che fronteggia l'ospedale all'Angelo di Mestre sono riprese le vaccinazioni con Astrazeneca. Alla chiamata ha aderito, dicono dall'Ulss 3 Serenissima, un alto numero di insegnanti, ordinatamente in fila, ai quali era stata confermato con un sms l'appuntamento per l'inoculazione della prima dose. A ruota da domani riprenderanno le somministrazioni anche nelle altre Aziende sanitarie del Veneto. (ANSA).
   

Venezia: I più letti