Secessionisti: morto a Brescia il leader arrestato nel 2014

Veneto
f268279cfc57921e1a50f28321a10123

Orini, poi assolto, era fra chi voleva occupare S. Marco

(ANSA) - BRESCIA, 21 DIC - È morto nella notte a Brescia Giancarlo Orini, 81 anni, uno dei secessionisti arrestati nel 2014 con l'accusa di terrorismo. Lui e altri avrebbero pianificato l'occupazione Piazza San Marco a Venezia a bordo di un Tanko.
    Orini era stato considerato l'ideatore del piano e il leader del gruppo "dei brescianissimi". "Siamo quattro pellegrini, altro che terroristi. La nostra è goliardia" disse Orini che dopo essere stato agli arresti domiciliari, venne poi scagionato. Leghista della prima ora, aveva fondato nel 2012 un movimento indipendentista e credeva nell'indipendenza di Lombardia e Veneto. In occasione di una delle udienze del processo a Brescia arrivò travestito da carro armato. Aveva anche creato il "barbon group", un gruppo che aveva come obiettivo quello di aiutare i bresciani caduti in disgrazia.
    (ANSA).
   

Venezia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.