Poliziotti uccisi: Procura, incidente probatorio certosino

Friuli Venezia Giulia
trieste

De Nicolo, accertamenti completi e inoppugnabili

(ANSA) - TRIESTE, 13 MAG - "Sono convinto che gli accertamenti di natura psichiatrica svolti nel corso di un incidente probatorio durato mesi siano quanto mai completi e inoppugnabili". Lo ha riferito il Procuratore capo di Trieste Antonio De Nicolo commentando la decisione del suo ufficio di chiudere le indagini e chiedere il rinvio a giudizio del dominicano Augusto Meran che il 4 ottobre 2019, in Questura a Trieste, uccise i due giovani poliziotti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta. "E' stato fatto un lavoro certosino; i periti hanno effettuato adempimenti e ricerche anche su richiesta della difesa. Mi aspetto che la questione della parziale capacità di intendere e volere non venga più posta in discussione". L'udienza preliminare è stata fissata per il 7 giugno. (ANSA).
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24