Coronavirus: Confindustria Udine, ultimo Dpcm non soddisfa

Friuli Venezia Giulia
@ANSA
3ae63099ab56e9572aca8171057bd56f

M. Danieli, c'è qualche apertura, ma non è ciò che auspicavamo

(ANSA) - TRIESTE, 11 APR - "L'ultimo decreto conferma l'impostazione del precedente. C'è qualche leggera apertura, ma non riguarda, se non marginalmente, la manifattura. Non è quello che auspicavamo". Lo afferma in una nota la presidente di Confindustria Udine, Anna Mareschi Danieli, in merito alle decisioni del Governo.
    "Ogni settimana di chiusura in più - aggiunge - rischia di pregiudicare la futura ripresa delle attività produttive e molte aziende purtroppo non avranno la forza di farlo". Confermando di "rispettare le decisioni assunte", la presidente degli industriali friulani presenta alcune proposte: "Suggeriamo al Governo di superare la classificazione per codici Ateco delle attività produttive privilegiando un approccio fondato sulla sicurezza dei lavoratori. Apra chi è in grado di garantire la sicurezza, indipendentemente da altre logiche settoriali. Chi non è in grado si prenderà il tempo per attrezzarsi e lo aiuteremo a farlo". (ANSA).
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.