Quirinale: Mattarella concede grazia a Drì

Friuli Venezia Giulia
trieste

Nel 2015 l'uomo aveva sparato al figlio dopo ennesima lite

(ANSA) - ROMA, 15 FEB - Con la firma del decreto di concessione della grazia da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in favore di Franco Antonio Drì si chiude una vicenda giudiziaria cominciata nel 2015, quando l'uomo sparò al figlio, Federico, di 47 anni, tossicodipendente, al culmine dell'ennesima lite, un colpo di pistola al petto, uccidendolo. I fatti si erano svolti a Fiume Veneto (Pordenone).
    L'anziano, non in perfetto stato di salute, era stato condannato in appello a una pena di oltre sei anni. L'atto di clemenza individuale ha riguardato il residuo della pena della reclusione ancora da espiare - circa tre anni e sei mesi. Per sostenere la richiesta di grazia al capo dello Stato, i cittadini di Fiume Veneto avevano avviato una petizione, raccogliendo oltre mille firme. Anche la moglie e l'altro figlio di Drì avevano chiesto in una lettera che fosse concessa la grazie. (ANSA).
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.