Dopo il drago di Vaia e orso con la valigia la capra gigante

Trentino Alto Adige
29456634b88607f3d06f82720809ba71

Un'altra installazione in Trentino, sul monte Bondone

(ANSA) - TRENTO, 13 DIC - Dopo il drago alato di Magré - realizzato dall'artista veneto Marco Martalar con il legno degli alberi abbattutti da Vaia nel 2018, e l'orso con la valigia costruito da Francesco "Franz" Avancini nel 2020 con legno, fieno e filo di ferro - in Trentino, sul Bondone, arriva un'altra installazione con le sembianze di un animale. Si tratta della capra gigante, la seconda scultura in paglia e fieno in Trentino che, con quella del plantigrado, diventano le uniche opere realizzate con questa speciale tecnica di land art in Italia e fra le poche in Europa.
    L'idea - anche questa volta concretizzata da Avancini - è nata in occasione della terza edizione del Monte Bondone Green Festival e "queste sperimentazioni - spiegano gli organizzatori - prendono il nome di Land Art, l'arte nel paesaggio, nota anche come Earth Works, lavori nella terra. Nella consapevolezza che la natura, l'ambiente è la prima opera d'arte che vedono i nostri occhi". (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24