Covid: medico,sciate ma con prudenza perché siamo in affanno

Trentino Alto Adige
7f73cda3131a2629563c71f42f99b81d

L'appello del traumatologo della clinica di Innsbruck

(ANSA) - BOLZANO, 07 DIC - "Sciate pure, ma con prudenza perché già ora siamo in affanno". E' l'appello che il traumatologo della clinica universitaria di Innsbruck, Rohit Arora, rivolge agli sciatori. Il Tirolo, come il resto dell'Austria, è in lockdown (con gli impianti di risalita aperti per i residenti) e gli ospedali sono sotto pressione a causa della pandemia. "Normalmente - spiega Arora alla Tiroler Tageszeitung - abbiamo otto sale operatorie a regime e altre due di day hospital". Attualmente tre sale sono però chiuse perché il personale è stato spostato in altri reparti. "Già adesso devono essere spostati interventi programmati", prosegue il medico. Arora fa presente che la colpa di quasi tutti gli incidenti sugli sci è dello sciatore, soprattutto nel fuori pista con gravi traumi cerebrali e alla colonna vertebrale.
    "Spesso - prosegue - lo sciatore vuole sfruttare fino all'ultimo il giornaliero", non tenendo conto della propria preparazione fisica. (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24