In Alto Adige scuole 'clandestine' per i figli no mask

Trentino Alto Adige
ea5fe566107c60b08fc35c43a2cfa5dd

Quasi 600 bambini in homeschooling, alcuni organizzati in gruppi

(ANSA) - BOLZANO, 28 OTT - In Alto Adige quasi 600 i bambini fanno "homeschooling" per non doversi sottoporre alle misure anti-contagio nelle scuole. Prima della pandemia, tra i 30 e i 50 bambini non sentivano mai la campanella e studiavano sul tavolo di cucina. I motivi all'epoca erano particolari esigenze familiari oppure di apprendimento. Nell'anno scolastico 2020/21, con i primi provvedimenti anti-Covid, il numero è salito a 130, quest'anno il numero è letteralmente "esploso". Alcune di queste famiglie si sono organizzate in gruppi per seguire, oppure far seguire assieme i loro figli, anche se di età diversa.
    Non esistono dati ufficiali sulle scuole 'clandestine', come sono state battezzate dalla stampa. Nessuno vuole parlare con la stampa. "Abbiamo paura", si giustifica un padre interpellato dall'ANSA. "Dobbiamo tutelare i nostri figli, abbiamo visto che le nostre parole vengono distorte a piacimento della politica", aggiunge e mette giù. Anche in paese nessuno vuole "fare la spia". "E' vero, alcuni bambini, anche di paesi vicini, di certo meno di dieci, si trovano in una casa per studiare assieme", taglia corto un vicino. Si mormora che li segua un insegnante no-vax sospeso dall'insegnamento, ma in questo caso nessuna conferma e prova.
    "I Comuni sono stati invitati a non mettere a disposizione dei locali, inoltre i sindaci e l'ispettorato del lavoro seguono la questione con molta attenzione", spiega la direttrice della scuola di lingua tedesca in Provincia di Bolzano, Sigrun Falkensteiner. (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24