Revenge porn, una ricerca sul fenomeno

Trentino Alto Adige
3dee4241e5bdc412cb12e93376b5de83

Progetto di Università di Bolzano con esperti internazionali

(ANSA) - BOLZANO, 11 GIU - In collaborazione con la Polizia postale di Bolzano e Trento, i ricercatori dell'Università di Bolzano ed esperti internazionali indagheranno un fenomeno molto presente sui media ma relativamente poco studiato: il cosiddetto "revenge porn", o porno vendetta, ovvero la diffusione su internet di immagini intime di una persona senza il suo consenso, come atto di vendetta, abuso o molestia. Il fenomeno recentemente ha occupato le cronache dei media ma finora mancano ricerche e statistiche. "Adesso, con il nostro progetto, intendiamo colmare questa lacuna", spiega Kolis Summerer, professoressa di diritto penale alla facoltà di Scienze della formazione e coordinatrice del progetto, che riunisce ricercatori ed esperti internazionali provenienti da tre diverse aree tematiche. Undici diversi gruppi di ricerca saranno incaricati di esaminare i diversi aspetti della porno vendetta.
    L'obiettivo è analizzare il fenomeno da un punto di vista giuridico per determinare se sia necessaria una nuova regolamentazione.
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24