Mappe dallo spazio sempre più precise

Trentino Alto Adige
trento

Da Università Trento nuova tecnica elaborazione foto satellitari

(ANSA) - TRENTO, 28 MAG - Un metodo innovativo per aumentare l'affidabilità delle mappe disegnate da 786 chilometri di distanza è stato sviluppato da Claudia Paris e Lorenzo Bruzzone dell'Università di Trento, nell'ambito di un progetto di ricerca sull'elaborazione di immagini satellitari finanziato dall'Agenzia spaziale europea e coordinato dal laboratorio di telerilevamento (RSLab) dell'ateneo trentino.
    "Il nostro progetto, cui partecipa la Fondazione Bruno Kessler, ha come obiettivo lo sviluppo di metodi innovativi basati su tecniche di riconoscimento automatico per l'elaborazione delle immagini satellitari fornite dalla costellazione di satelliti Sentinel-2 del programma europeo Copernicus", sottolinea Bruzzone. "Abbiamo sviluppato tecniche che sono state applicate al monitoraggio della deforestazione in Indonesia, all'agricoltura di precisione da satellite e all'aggiornamento delle mappe contenenti i tematismi territoriali,mappe che descrivono l'uso del suolo".
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24