MasterChef 9: cos'è successo nella quinta puntata

Due eliminazioni e una prova in esterna all’insegna dello street food d’autore, nella suggestiva cornice della costa sorrentina, con tanto di ospite d’eccezione. Ecco i momenti salienti della puntata

MasterChef, LO SPECIALE

Dalla Mistery Box con ingredienti “mini” alla prova in esterna a contatto con il pubblico, ripercorriamo le prove della quinta puntata di MasterChef 9.

MasterChef 9, una mini Mistery Box

I concorrenti affrontano una Mistery Box dalla forma insolita: 10 piccoli ingredienti, dal sapore deciso, dovranno ispirare un piatto, da preparare in 45 minuti. Telline, lumachine di terra, cosce di pernice, uova di quaglia e altro: ogni aspirante chef può decidere quali alimenti utilizzare per la propria preparazione, dando sfoggio della propria manualità. I giudici chiamano all'assaggio Fabio e il suo piatto "esteticamente molto bello", Nicolò e la sua preparazione "buona ed equilibrata", Francesca, che incuriosisce impegnandosi in una cottura molto elaborata della pernice, e Maria Teresa. Quest'ultima vince la prova grazie alla “complessità degli ingredienti lavorati” e guadagna un vantaggio al successivo Invention Test. 

 

 

L’Invention Test della quinta puntata di MasterChef 9

Protagonisti della prova, gli ingredienti preferiti dai giudici: nella cucina di MasterChef Italia si fanno largo i tre frigoriferi ideali di Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli; compare anche un quarto frigorifero con otto ingredienti simbolo dei grandi chef della storia di MasterChef, dall'uovo di Carlo Cracco all'ananas di Joe Bastianich, fino al cacao amaro di Iginio Massari. Maria Teresa sfrutta il suo vantaggio distribuendo agli avversari gli alimenti e scegliendo quelli per sé. Dopo 45 minuti di padelle sfrigolanti, i giudici assaggiano le ricette. 

Maria Teresa crea un piatto fatto da un gioco di ripieni e riceve i complimenti di chef Cannavacciulo; riescono bene anche Nicolò, Annamaria ("migliorata nell’impiattamento”), Vincenzo che cuoce il fegato alla perfezione, Marisa e Antonio. Milenys stupisce e coinvolge Cannavacciulo in un balletto improvvisato (“I napoletani sono calienti come i cubani”, dice), Giulia riceve l'approvazione di Giorgio Locatelli, Francesca, Fabio e Giada si difendono bene ma “avrebbero potuto fare meglio". L'Invention Test mette in difficoltà Davide, che presenta una ricetta povera di sapore, Andrea e il suo finger food dalle proporzioni sbagliate, Luciano con un piatto che poco invoglia all'assaggio, nonché Gianna e Domenico, che non hanno saputo rispettare gli ingredienti. 

 

 

MasterChef 2020, eliminato Domenico

Il migliore dell'Invention Test è Maria Teresa, con una ricetta dalle lavorazioni accurate che "lascia a bocca aperta" la giuria. I peggiori sono Domenico, Andrea e Luciano. Luciano si salva, Andrea resta ma va direttamente al Pressure Test, saltando la prova in esterna: eliminato Domenico. 

 

MasterChef 9, prova in esterna: street food gourmet

La sfida si svolge a Vico Equense, sulla costiera sorrentina, dove ogni anno alcuni chef stellati danno luogo ad una tre giorni dedicata allo street food gourmet. Le due brigate saranno titolari di due stand separati: i blu se la vedono con la frittura mista, i rossi con delle preparazioni stufate. Maria Teresa guida la brigata blu e sceglie Annamaria come capitano avversario, poi ogni concorrente decide da che parte stare: Giada, Gianna, Nicolò, Marisa, Vincenzo, Francesca scelgono il menù a base di fritto, Luciano, Milenys, Davide, Antonio, Giulia, Fabio seguono Annamaria e i suoi stufati. Ospite della puntata è lo Chef Gennaro Esposito, patron del ristorante Torre del Saracino con due stelle Michelin, che assaggia tutte le preparazioni di ogni brigata. La prova in esterna è vinta dalla brigata rossa, con 60 preferenze su 80. 

 

 

Il Pressure Test di MasterChef 9

La brigata perdente, insieme ad Andrea, deve affrontare un Pressure Test a base di tapas d’autore. Lo chef Lino Scarallo del ristorante di Palazzo Petrucci a Napoli presenta le sue tapas, da cui i concorrenti possono prendere spunto. La prova richiede attenzione, creatività e ragionamento: i concorrenti devono cucinare tre diversi assaggi, usando tutti i medesimi dieci ingredienti, in 30 minuti di tempo.

 

Masterchef 2020, eliminato Andrea

I giudici assaggiano le preparazioni: Maria Teresa mischia terra e mare in tutte le tapas, Nicolò soddisfa occhi e palato, Francesca fa un buon lavoro ma sbaglia la cottura della pasta, Gianna conquista la giuria, Vincenzo stupisce finendo per primo. Marisa, invece, realizza delle tapas non all'altezza di MasterChef, Giada sbaglia la scelta dei piatti, Andrea ceffa del tutto la prova (facendo innervosire Bruno Barbieri): il giovane aspirante chef è l’ultimo eliminato di MasterChef 2020.

Rivedi i momenti migliori di Masterchef Italia 9 sul nuovo sito ufficiale