4 Hotel, il vincitore in Alto Adige è l'Imperial art hotel di Jutta. L'intervista

TV Show sky uno

Barbara Ferrara

La terza puntata ambientata in Alto Adige ha visto trionfare Jutta con il suo Imperial art hotel. Appuntamento tutti i giovedì alle 21.15 su Sky e NOW con Bruno Barbieri, protagonista e arbitro delle gare tra gli hotel di alcuni dei luoghi più affascinanti d’Italia.

 

Dopo le puntate a Venezia e in Toscana (VAI ALLO SPECIALE), giovedì 3 giugno è stata la volta de “L’altra montagna”, una puntata ambientata in Alto Adige: è qui, in un paesaggio incantato, nella parte più austriaca dell’Italia, che Bruno Barbieri ci regala la vista di una montagna inaspettata, senza sci e skipass. Alla scoperta di tutto ciò che di “altro” si può fare in questa regione che sa offrire esperienze esclusive, senza far rimpiangere le piste da sci. A sfidarsi (FOTO) sono stati i seguenti concorrenti: “Odles Lodge”, diretto da Florian, “Castel Hortenberg”, diretto da Stefano, “Paradiso Pure Living” di cui Alessandro è il proprietario e infine “Imperial Art Hotel”, gestito da Jutta, vincitrice di puntata e padrona di casa impeccabile che grazie ai servizi, alla location e alla sua straordinaria capacità di mettere a proprio agio i suoi ospiti è riuscita a conquistare Bruno Barbieri. L'abbiamo intervistata, ed ecco cosa ci ha raccontato di questa sua avventura.

L'INTERVISTA ALLA VINCITRICE

approfondimento

4 Hotel, il vincitore in Toscana è Villa Le Fontanelle. L'intervista

 

Come hai reagito alla chiamata di 4 Hotel?

Inizialmente non ci potevamo neanche credere. Non avevamo nessuna esperienza con questo tipo di attività ed eravamo davvero curiosi su come si sarebbe sviluppata la cosa. 

 

Come nasce l’idea di coinvolgere gli artisti locali nella realizzazione dell’hotel?

Sinceramente sulla sdraio durante una vacanza al Lago di Garda. Mio marito Alfred, era consapevole di aver acquistato un piccolo gioiello e volevamo creare qualcosa di particolare per Merano e che resistesse ai ritmi a volte frenetici nella hotellerie. 

 

Come riuscite a coniugare tradizione e modernità?

Il nostro albergo principale, l’Hotel Europa Splendid è un albergo in stile Liberty. Abbiamo un grande rispetto per le cose belle che sono state create in passato e siamo semplicemente felice e orgogliosi quando un divano o una lampada che ha più di 50 anni, troverà il suo posto in un contesto nuovo e moderno. Tradizione e modernità sono due elementi che ci appartengono e viviamo personalmente. 

 

 

L’aspetto più apprezzato dai vostri clienti?

Ecco, questo è un argomento importantissimo, sicuramente apprezzano la location in pieno centro, le stanze una diversa dall’altra, la coniugazione tra tradizione e modernità, ma la grande differenza la fanno le persone, quindi le nostre collaboratrici simpatiche che vivono pienamente il concetto dell'ospitalità. 

 

Quale pensi sia stata la carta vincente che vi ha portato alla vittoria?

Non credo che sia stata una carta vincente, ma penso che lo spirito che trasmettiamo ai nostri ospiti era una delle cose che ha colpito di più. Penso anche che la sorpresa che ci ha chiesto Bruno Barbieri ha colpito molto. 

 

Com’è andata davanti alle telecamere?

Non mi sentivo molto a mio agio, anche perché certi aspetti li avrei spiegati meglio nella mia madrelingua. Un grandissimo complimento vorrei fare al team di produzione che ha avuto una pazienza incredibile con me: un sentito GRAZIE!

 

C’è stato un momento in cui hai sentito la vittoria in pugno?

No, in nessun momento, anche perché gli altri “concorrenti” erano e sono davvero bravi, con strutture all´avanguardia. 

 

Cosa hai imparato da questa esperienza?

L´esperienza con la tv mi ha messo un po' in imbarazzo, ma nello stesso momento anche crescere personalmente. Oltre a quello ho potuto conoscere tre albergatori davvero in gamba e delle strutture bellissime e infine, che ci sono ancora tantissime persone fantastiche in giro da conoscere.

 

Un aneddoto divertente da ricordare?

Quella dei Krapfen. Abbiamo delle briosce fantastiche, fatte in maniera artigianale e non avremmo mai pensato che tutti e quattro prendessero solo i Krapfen.

 

Una parola su Bruno Barbieri e una sui tuoi “rivali”.

Bruno: la classe non è acqua – ho visto raramente persone cosi preparate e professionali. Davvero eccezionale. Rivali: in realtà non erano rivali, ma dei sani concorrenti dai quali ho potuto imparare molto. Siamo tutt’ora in contatto e sono felice di averli conosciuti.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.