La verità sul caso Harry Quebert: le frasi più celebri del libro

Debutterà su Sky Atlantic mercoledì 20 marzo alle 21.15 La verità sul caso Harry Quebert , la serie tratta  dall'omonimo best-seller di Joël Dicker , un vero e proprio caso letterario nel 2012. Alla regia Jean-Jacques Annaud, nel cast Patrick Dempsey, Ben Schnetzer, Damon Wayans Jr., Kristine Froseth, Kurt Fuller. Scopri le frasi più celebri del libro.

Scopri tutto sulla serie

Le frasi celebri del libro La verità sul caso Harry Quebert di Joël Dicker

“La verità non cambia nulla di ciò che proviamo per gli altri. È la grande tragedia dei sentimenti.”

“Se hai dubbi su ciò che stai facendo, mettiti a correre. Corri a perdifiato, senza mai fermarti. Sentirai nascere in te la rabbia di vincere.”

“So solo che la vita è fatta di scelte e bisogna saperle fare nell’ordine giusto.”

“L’amore è un trucco inventato dagli uomini per non dover fare il bucato!”

“L’amore è molto complicato. È la cosa più straordinaria e al tempo stesso la peggiore che possa capitare. Un giorno lo scoprirai. L’amore può fare molto male. Questo non significa che si debba aver paura di cadere, e soprattutto di precipitare nella voragine dell’amore, perché l’amore è anche bellissimo ma, come tutto ciò che è bello, abbaglia e fa male agli occhi. È per questo che spesso, dopo, si finisce per piangere.”

“La scrittura è un dono non perché ti permette di scrivere correttamente, ma perché ti consente di dare un senso alla tua vita.”

“Mi ero detto che una stella cadente era una stella che poteva essere bella ma per paura di brillare scappava il più lontano possibile. Un po’ come me.”

“Oltre a essere effimera, la gloria non è priva di conseguenze.”

“Trentun anni è un’età importante. La prima decina ti forma come bambino. La seconda come adulto. La terza farà di te un uomo.”

“Sai qual è l’unico modo per misurare quanto ami una persona?” “No.” “Perderla."

“Quello che conta è il percorso che fai tra il gong della prima ripresa e quello finale. Il risultato del match, in fondo, è solo un’informazione per il pubblico. Chi ha il diritto di dire che hai perso, se tu senti di aver vinto? La vita è come una corsa podistica, Marcus: ci sarà sempre qualcuno più veloce o più lento di te. L’unica cosa che conta, alla fine, è l’energia con cui hai coperto il tuo percorso.”

“Le parole appartengono a tutti finché non riesci a dimostrare di essere in grado di appropriartene.”

“Scrivere romanzi non è una cosa da niente: tutti sanno scrivere, ma non tutti sono scrittori.”

“Qualora non l’avessi ancora notato, la vita, in generale, non ha senso. Tranne quando ti sforzi di dargliene uno e lotti ogni giorno per riuscire a farlo.”

“Gli scrittori sono esseri così fragili perché possono subire due tipi di dispiaceri sentimentali, ossia il doppio rispetto alle persone normali: le pene d’amore e quelle artistiche. Scrivere un libro è come amare qualcuno: può diventare molto doloroso.”

“Ovunque possiate fuggire, i problemi che vi affliggono si infileranno nei vostri bagagli e vi seguiranno dappertutto.”

“La vita è una lunga caduta. La cosa più importante è saper cadere.”

“Impara ad amare i tuoi fallimenti, Marcus, perché saranno loro a formarti. Saranno i tuoi fallimenti a dare sapore alle tue vittorie.”