Better Call Saul, oggi l'episodio finale della serie prequel di Breaking Bad

Serie TV

Saul Gone segna l'attesa conclusione della saga creata da Vince Gilligan. Sia Jimmy McGill che Saul Goodman sono pronti a fare i conti con tutti i loro demoni

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

 

Grande attesa tra i fan di Better Call Saul, che oggi martedì 16 agosto potranno scoprire su Netflix l'episodio conclusivo della serie, il tredicesimo (visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick). Ecco tutto quello che c'è da sapere sul gran finale della serie spin-off di Breaking Bad.

Better Call Saul, Saul Gone

approfondimento

Better Call Saul, all'asta gli oggetti di scena

L'ultima puntata di Better Call Saul si intitola Saul Gone, ed è stata diretta da Peter Gould, sceneggiata da Vince Gilligan e dura circa un'ora e nove minuti. In questo atteso finale tutti i nodi verranno al pettine e sia Jimmy McGill che Saul Goodman faranno i conti con tutti i loro demoni. La puntata finale rappresenterà anche una conclusione definitiva di Breaking Bad. Lo sceneggiatore ha parlato dell’epilogo della serie al Summer Tour della Television Critics Association, specificando di essere molto soddisfatto di questa conclusione. “Abbiamo grandi speranze su come i critici televisivi accoglieranno l’episodio. Se non vinciamo il Premio Nobel per questo, sarò molto deluso – ha scherzato Gilligan – È frutto di molte mani sudate e di molte notti insonni. Perché noi non ci accontentiamo, ma soprattutto perché chi volevamo soddisfare, innanzitutto, eravamo proprio noi”. Lo sceneggiatore si è detto contento e orgoglioso del finale, e spera che anche i fan possano apprezzarlo. Il regista della serie, Peter Gould, ha grandi aspettative per questo ultimo episodio. “È molto spaventoso. E sì, voglio dire, penso che quando mi viene chiesto 'a chi piacerà la puntata?' la mia risposta sia… lo sappiamo. Penso che noi che abbiamo realizzato la serie siamo molto felici di come si concluderà”, ha dichiarato, sottolineando quanto la serie sia rimasta sempre fedele a se stessa.

Better Call Saul, le parole di Bob Odenkirk

GUARDA ANCHE

Tutti i video sulle serie tv

Con Saul Gone anche Bob Odenkirk dirà addio al personaggio che ha interpretato per ben sei stagioni. “Ho scoperto che Saul è un personaggio molto più facile da interpretare rispetto a Jimmy”, ha spiegato l'attore, che per questo ruolo ha ricevuto quattro nomination agli Emmy. “Negli ultimi due episodi, diventa di nuovo un personaggio molto più ricco. Non si nasconde più dietro quella facciata che si è costruito con Saul e in realtà sta affrontando i demoni dentro di lui negli ultimi quattro episodi della stagione”.

Spettacolo: Per te