Sabrina Schiralli ci racconta I Nostri Sogni: il video

Musica

Il brano è una ballata romantica, uno spiraglio di luce in questa epoca. E' introdotto da un testo originale dell'artista

I nostri sogni è il mio secondo album, è autoprodoto e contene dieci tracce composte e arrangiate da me. Questo album rappresenta per me il coronamento di un sogno: realizzare una raccolta di tutte le mie emozioni in musica. Finalmente ho potuto pubblicare un album di inediti scritti interamente da me in quanto fonora ho lavorato esclusivamente sulle cover. Non so scrivere altro che canzoni d'amore. L’amore inteso come sentimento che dona serenità, ma anche inquietudine.

Infatti queste ballate romantiche raccontano di amori difficili, sofferti, amori finiti o lontani; alcuni testi sono autobiografici, altri sono storie immaginate. Questo brani esprimono quelle sensazioni che tutti abbiamo provato almeno una volta nella vita e che caratterizzano il mero romanticismo.

Tuttavia in questo album non mi riferisco solo all’amore di coppia. L’ispirazione proviene anche dall’amore per la musica, e da altri sentmenti affini come l’amicizia.

Nascono quindi due brani: “La mia Musica”, che è una vera e propria dedica alla Musica come salvezza nei momenti di solitudine e di difficoltà della vita, e “Dedicato a te”, un brano sul valore dell’amicizia che va oltre qualsiasi ostacolo. Ci sono, poi, le tracce che parlano dell’amore puramente passionale come “Nel giardino dei sospiri” e

“Baciami”, entrambe con degli arrangiamenti curati nei dettagli; “Baciami” è una bossa sensuale e dolce allo stesso tempo. “Nel giardino dei sospiri” è stata scelta come prima traccia di questo album in quanto è stato il brano preferito da mia mamma, scomparsa recentemente a causa del covid. Questo album è dedicato a lei e a tutte le vittime di questo maledetto mostro. Io stessa sono una sopravvissuta.
 

“Distanze” è, invece, il racconto del ricordo di una storia d'amore d'estate al mare che termina nel momento in cui ognuno ritorna nella propria città e le vacanze finiscono. Uno dei due però, rimane intrappolato nei sentimenti e si ritrova a pensare e a soffrire per quell'amore che non è stato solo un'avventura. “In questa notte” racconta un amore nato in chat tra due persone molto lontane fsicamente, tra messaggi e promesse di incontri mai realizzati. E allora ci si perde negli schermi vuoti di un monitor senza mai incontrarsi e rendere reale questo amore. “L'amore più bello” è la mia personale concezione dell'amore di coppia: quell'amore folle e smisurato che

spesso non ti fa dormire perchè pensi solo alla tua metà e che ti porta a essere anche un po' geloso, quello che ti fa sorridere nell'attesa d'incontrarsi con ompazienza. L'intro contiene un assolo di oboe registrato da me, che col suo suono delicato crea l'atmosfera dell'amore dolce e romantico.

“Torno qui” parla di una storia d'amore in cui potrebbero riconoscersi in molti, un amore impossibile, vietato, il rifuto di accetare quella condizione e di lottare con le unghie e con i denti per poter coronare il proprio sogno d'amore. La mancanza di rassegnazione e il ritorno a una situazione che ci ha fatto stare bene. “Te ne sei andato via così” è il racconto di un amore fnito in maniera brusca. E' un po' l'amore di chi incappa in una storia con un narcisista che purtroppo non sa amare e lascia l'altra persona in una marea di dubbi e di punti interrogativi. Musicalmente la voce è messa in risalto da un pianoforte con una linea abbastanza classica nell'arrangiamento, ma sempre discreto. Fanno da tappeto dei pad che creano la sensazione di un ricordo. Il brano chiave dell’album e che lo intitola è “I nostri sogni”, la ballata romantica per eccellenza che ho scelto come brano principale in quanto è quello che mi identifica maggiormente e il cui titolo rappresenta uno spiraglio di luce in questo particolare momento storico che stiamo vivendo. L’arrangiamento è semplice e lineare e fonde le mie due anime, quella classica e quella pop: il pianoforte, mio strumento prediletto in quanto sno nata come pianista classica, la fa da padrona con accordi e melodie tipici della musica pop italiana, seppure con chiari riferimenti alla musica classica. La batteria è uno strumento utilizzato come effetto e nei punti dove viene utlizzato dona un senso di apertura e ariosità. Infine i violini sono tipicamente quelli della tradizione della musica leggera italiana e padroneggiano la parte strumentale al centro del brano. Il testo parla di un amore sofferto, delle illusioni che lascia una storia d’amore in cui hai creduto con tutto te stesso e alla fine ti ha lasciato solo i sogni irrealizzati. Ma davvero sono sogni irrealizzati?

Il mio motto è “Non smettete mai di sognare” e allora forse quei sogni si possono realizzare anche in un altro modo, cercando di fare tesoro delle esperienze negative e trarne spunto per un nuovo inizio. Il videoclip del brano è stato girato da Alessandro Signorile e Roberto Sibilano presso la riserva di Torre Guaceto e il castello di Carovigno, in Puglia, grazie alla Presidenza del Consorzio di Torre Guaceto; luoghi

meravigliosi e dalla natura incontaminata, quella che mi ispira nella musica e nella pittura, essendo anche una pittrice. Il cd in formato fsico autografato è ordinabile nello store del sito ladimoradellarte.it.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.