Concorso lirico di Portofino, vince l'ucraino Nykyta Ivasechko

Musica

Si è chiuso domenica 25 luglio Clip7 con il Gala Lirico “Francesco Brioschi”. Secondo premio per il tenore italiano Dave Monaco, terzo classificato Brent Michael Smith. Presidente di giuria il sovrintendente del Teatro alla Scala Dominique Meyer. I dieci finalisti si sono esibiti con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta dal Maestro Sesto Quatrini 

Gran finale per Clip7 con il Gala Lirico “Francesco Brioschi” nell’iconica Piazzetta di Portofino con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta dal Maestro Sesto Quatrini su di un palco ampliato e sempre più scenografico. Al termine del gala che ha visto esibirsi i dieci finalisti e davanti a un parterre d’eccezione totalmente sold out, il Presidente di Giuria Dominique Meyer, Sovrintendente del Teatro alla Scala, il Direttore di Clip e dell’Associazione Bottesini Francesco Daniel Donati, hanno proclamato i vincitori:
 

Primo premio

Nykyta Ivasechko

 

Secondo premio

Dave Monaco

 

Terzo premio

Brent Michael Smith

 

Under 25, dedicato a Luca Targetti

Jasmin Delfs

 

Premio Miglior cantante italiano

Dave Monaco

 

Premio Eva Kleinitz

Melissa Zgouridi, Gabriela Golaszewska, Yisae Choi

 

Premio “Noname” by Raffaella Curiel

Gabriela Golaszewska

 

Premio Rapallo Opera Festival

Marvic Monreal, Lopez Moreno Carolina

 

Premio Lithuanian National Opera & Ballet

Marvic Monreal

Il programma della serata conclusiva e brevi cenni biografici dei dieci finalisti

 

Ouverture da Alì Babà di G. Bottesini

Orchestra del Teatro Carlo Felice diretta da Sesto Quatrini

 

“Hai già vinta la causa!” da Le Nozze di Figaro di W. A. Mozart

Nykyta Ivasechko - Baritono - Ucraina - 27 anni, dopo gli studi in Ucraina e Germania, ha ottenuti ottimi risultati in importanti concorsi e ha debuttato in Germania

 

“Dies Bildnis ist bezaubernd schön” da Die Zauberflöte di W. A. Mozart

Santiago Sanchez - Tenore – Spagna/Uruguay - 29 anni, dopo gli studi in Spagna ed Austria, si è trasferito a Bonn dove è membro del teatro stabile ed ha già debuttato in importanti teatri internazionali

 

“L’amour est un oiseau rebelle” (Habanera) da Carmen di G. Bizet

Melissa Zgouridi - Mezzo soprano - USA - 29 anni, dopo gli studi negli Stati Uniti, UK e Salisburgo, ha fatto parte degli ensemble stabili di alcuni importanti teatri tedeschi

 

“O zittre nicht, mein lieber Sohn” da Die Zauberflöte di W. A. Mozart

Jasmin Delfs - Soprano - Germania - 23 anni, dopo gli studi di base ha debuttato trasversalmente dal Lied all’opera, fino all’oratorio in Germania e dalla prossima stagione sarà parte del International Opera Studio della Bayerische Staatsoper

 

“La Calunnia” da Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini

Brent Michael Smith - Basso - USA - 30 anni, già in carriera negli USA dal 2012, ha debuttato di recente alla Opernhaus di Zurigo

 

Intermezzo da Cavalleria Rusticana di P. Mascagni

Orchestra del Teatro Carlo Felice diretta da Sesto Quatrini

 

“Ebben? Ne andrò lontana” da La Wally di A. Catalani

Gabriela Gołaszewska - Soprano - Polonia - 25 anni, dopo gli studi in Polonia è entrata come membro stabile del Teatro Slesiano di Bytom

 

“Non più andrai” da Le Nozze di Figaro di W. A. Mozart

Yisae Choi - Basso/baritono - Corea del Sud - 29 anni, terminati gli studi in Corea, si è trasferito in Germania per le specializzazioni e ha già iniziato la carriera concertistica

 

“Cruda sorte” da L’Italiana in Algeri di G. Rossini

Marvic Monreal - Mezzo soprano - Malta - 29 anni, dopo gli studi ha partecipato ad importanti concorsi internazionali e ha debuttato in teatri di primo piano fra cui la Royal Opera House di Londra e il New Generation Festival

 

“Měsíčku na nebi hlubokém” da Rusalka di A. Dvořák

Agnieszka Jadwiga Grochala - Soprano - Polonia - 28 anni, dopo gli studi in Polonia ha frequentato la Fabbrica dell’Opera di Roma e l’Università per la musica e le arti performate di Vienna.

 

“Una furtiva lagrima” da L’Elisir d’Amore di G. Donizetti

Dave Monaco - Tenore - Italia - 25 anni, siciliano, dopo gli studi di canto, una parentesi al Festival di Sanremo nel 2018 e l’attività con il Coro Lirico Siciliano, si laurea a Bologna e prosegue la specializzazione presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.
 

Un progetto di Associazione Musicale Giovanni Bottesini.
 

Dopo sei anni di costante crescita, senza mai cedere alla tentazione dello svolgimento online in ben due edizioni in stato pandemico, Associazione Musicale Giovanni Bottesini porta in Italia per il settimo anno consecutivo di Clip - Concorso Lirico Internazionale e Festival di Portofino, ben 238 giovani talenti da 52 paesi, inclusi i territori emergenti dell’opera quali l’Africa, forte della nuova collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova, ben sei vincitori per un totale di otto contratti nella stagione scaligera ’21-’22, nuovi nomi di grande prestigio nella giuria sempre più internazionale e un palco potenziato per il gala finale nella Piazzetta. Sempre guidata dal Presidente di Giuria Dominique Meyer, Sovrintendente del Teatro alla Scala, quest’anno la giuria di Clip7, che in 6 anni ha visto ben 20 teatri internazionali rappresentati, accoglie tre nuovi membri donne di indubitabile livello nel panorama mondiale: Sophie Joyce, Casting Director di Opéra National de Paris, Carolin Wielpütz, Casting Director di Theater an der Wien e Christina Scheppelmann, General Director di Seattle Opera, primo teatro americano coinvolto nella competizione.
 

Inoltre nel 2021 si inaugura la collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova e con le sue compagini artistiche: oltre ad avere in Giuria il Sovrintendente Claudio Orazi, il più importante teatro Lirico della regione coprodurrà l’evento conclusivo, mettendo a disposizione la sua orchestra, guidata dal Maestro Sesto Quatrini.

CLIP è ormai considerato uno dei concorsi più efficaci nel mondo per il lancio della carriera artistica di talenti anche giovanissimi e sconosciuti, come ad esempio il soprano Caterina Maria Sala, vincitrice a soli 20 anni nel 2020, che ha debuttato proprio in questi giorni nel ruolo di Barbarina nelle Nozze di Figaro, e il soprano palermitano Federica Guida che, vincitrice a soli 22 anni nel ’19, che nonostante le difficoltà pandemiche, ha inanellato da subito un anno di attività all’Opera di Vienna, il debutto in Scala e ben tre contratti nella prossima stagione scaligera, nonché il ruolo di protagonista femminile nel Gianni Schicchi cinematografico firmato da Michieletto. Questa efficacia ormai consolidata nasce soprattutto dalla natura della giuria, composta da sempre solo da sovrintendenti e direttori artistici, scelta strategica pensata dal fondatore Francesco Daniel Donati per favorire da subito un rapporto spontaneamente diretto tra il committente e l’artista. Ed è proprio questa forza propulsiva che ha spinto, anche in due edizioni pandemiche, giovanissimi talenti da tutto il mondo ad affrontare viaggi sempre più complessi per ridare speranza e corpo al proprio sogno d’arte. Inoltre, constatato un costante abbassamento dell’età dei concorrenti anno dopo anno a fronte di una qualità e maturità inversamente crescenti, CLIP7 ha preso un’altra fondamentale decisione strategica abbassando da quest’anno il limite d’iscrizione a 30 anni per tutte le vocalità ed affermandosi così come uno dei concorsi più giovani d’Europa, vera finestra sul futuro dell’arte italiana più famosa nel mondo.

 

Sottolinea Francesco Daniel Donati, Direttore Artistico di CLIP: "Crescere in un periodo così complesso è un risultato che ci riempie di emozione. Il merito è del grande lavoro di squadra e dell'impegno del presidente onorario Monique Pudel e dei Maestri Dominique Meyer e Gianni Tangucci. I nostri sforzi però sono ripagati dai successi dei vincitori e dal coinvolgimento di tanti amici che rendono CLIP un concorso diverso da tutti gli altri, grazie alla loro ospitalità e al loro sostegno.”

 

E proprio dopo due anni così difficili e punitivi per i giovani talenti è importante ringraziare chi non li ha abbandonati nella difficile costruzione di una carriera e di un futuro concreto, dunque gli sponsor e i mecenati che, nonostante il momento di così grave crisi collettiva, sono addirittura aumentati, dimostrando che esiste un’imprenditoria etica che non vuole abbandonare i ragazzi di tutto il mondo e i loro sforzi di studio ed impegno a salvaguardia del futuro della civiltà del Bel Canto, vera flagship dell’Italia nel mondo, costante strumento di divulgazione della nostra lingua in ogni angolo del pianeta e in definitiva vera matrice del concetto di “Made in Italy” da almeno quattro secoli.
 

Quest’anno Clip infatti si conferma come uno dei concorsi più gratificanti economicamente per le giovani voci, con un montepremi di ammontare complessivo di 27.500 euro e nuove iniziative utili per la carriera dei ragazzi, come la dama della moda italiana Raffaella Curiel che disegnerà e confezionerà un abito di haute couture per la migliore voce femminile, l’introduzione del nuovo premio dedicato all’amica di sempre Eva Kleinitz e la novità del premio per il miglior cantante italiano, l’invito ai vincitori ad esibirsi al Teatro dell’Opera Nazionale Lituana diretta da Sesto Quatrini, ma anche al Rapallo Festival il 26 luglio, infine la borsa di studio offerta da Mascarade Opera al Palazzo Corsini al Prato a Firenze.

 

Gli Sponsor

Main Sponsor – Francesco Brioschi Editore

Sponsor – Pirelli (nuovo partner), Loro Piana (nuovo partner), Belmond (nuovo partner), AVM Asset Value Management, AR92 LandCo. Property Savills, Banca Passadore, Palazzo Borromeo (nuovo partner), Biondelli Franciacorta, Faraone Gioielli, NO NAME By Raffaella Curiel (nuovo partner), Cracco Portofino (nuovo partner).

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.