Le canzoni più famose di Renato Zero

E’ il trasformista per eccellenza, nonché uno dei cantanti italiani più amati del Bel Paese e le sue canzoni sono vere e proprie poesie. Il 4 ottobre uscirà il suo nuovo disco di inediti Zero il Folle . Vi proponiamo le canzoni più belle e più conosciute di Renato Zero .

Renato Zero: le foto di tutte le trasformazioni del cantante romano Renato Zero: la tracklist di "Zero il Folle"

Il suo vero nome è Renato Fiacchini, ma è noto a tutti come Renato Zero. Il suo pseudonimo deriva dal modo in cui lo insultavano i ragazzi quando, non ancora famoso, si esibiva nei vari locali di Roma. Durante la sua lunghissima carriera ha pubblicato 42 album, di cui 29 in studio, 8 live e 5 raccolte ufficiali. 

Renato Zero: le curiosità

È considerato un vero e proprio "cantattore" e chansonnier dalle grandi capacità istrioniche, provocatrici e trascinatorie. In cinquant’anni di carriera, nonostante non volesse diventare un cantante, bensì un attore (tanto da studiare recitazione al Rossellini, Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione), ha scritto più di 500 canzoni sia per i suoi dischi sia per altri artisti. Renato Zero è l'unico ad aver raggiunto il primo posto nelle classifiche italiane ufficiali di vendita in cinque decenni consecutivi. I suoi fan si chiamano “Sorcini” e l’appellativo nasce negli anni ’80: durante un inseguimento in motorino da parte di una folla di ammiratori, il cantautore romano vedendo così tante persone dietro di lui che lo rincorrevano esclamò: “sembrano tanti sorci” in dialetto romano. Da quel momento i suoi fan si chiamano proprio “sorcini”. In attesa dell’uscita di “Zero, il folle”, il nuovo album contenente 13 brani inediti, vi proponiamo le cinque canzoni più famose di Renato Zero.

Il cielo (1977)

Fa parte del quarto disco “Zerofobia”. Il cielo è stata reinterpretata nel 1995 da Fiorello e dalla grandissima Mina nel 1999 nell’album Mina n°0.

 

 

Triangolo (1978)

E’ una delle più celebri canzoni del cantautore italiano pubblicata nel 1978 e inserita nel quinto album, Zerolandia. Il brano deve la sua notorietà alla grande presenza di frasi ambigue e alla trasgressività del testo.

 

 

Nei giardini che nessuno sa (1994)

Fa parte dell’album “L’imperfetto”, pubblicato nel 1994 e che ha venduto oltre 350.000 copie. "Nei giardini che nessuno sa" è uno dei singoli più amati e conosciuti del cantautore. Laura Pausini nel 2006 ha cantato una sua versione inserendola nel suo disco di cover italiane, “Io canto”. 

 

 

I migliori anni della nostra vita (1995)

E’ una canzone scritta da Maurizio Fabrizio e dal paroliere Guido Morra e cantata da Renato Zero nel 1995. È tratta dall'album “Sulle tracce dell'imperfetto”. Renato Zero l'ha inserita quasi sempre fra le canzoni di chiusura in tutte le tournée svolte dal 1996. “I migliori anni della nostra vita” è stata tradotta da Petri Kaivanto per la cantante finlandese Anneli Saaristo e in spagnolo dalla cantante Marta Sánchez. Inoltre molti artisti italiani ne hanno fornito una versione personale, fra questi Riccardo Fogli, Mina, Mango e Umberto Smaila.

 

 

Cercami (1998)

E’ stato il secondo singolo estratto dall'album “Amore dopo amore”, pubblicato a giugno 1998 e rimasto per otto settimane nella top 20 delle classifiche radiofoniche italiane. “Cercami” ha venduto oltre 15mila copie aggiudicandosi il Disco d’oro.