Torna Notre Dame de Paris, il capolavoro di Riccardo Cocciante

Inserire immagine
Il cast di Notre Dame de Paris

Il capolavoro di Victor Hugo torna nella sua veste di opera popolare per altre rappresentazioni. Si comincia il 13 settembre a Pesaro  e poi si prosegue per il resto d'Italia. L'intervista al suo creatore Riccardo Cocciante

(@BassoFabrizio)

Sono l'esempio del coraggio. Sono Esmeralda e Quasimodo. Lei bellissima lui un mostro. Eppure si amano contro ogni pregiudizio. Victor Hugo quando ha scritto Notre Dame de Paris oltre a dipingere un'epoca e una città ha racconta il perenne trionfo dell'amore sincero, trasparente e coraggioso. Per chi vuole fare un ripasso e per chi, invece, vuole entrare in questo mondo dove i sogni, attraverso la tenacia, diventano realtà, torna Notre Dame de Paris, uno tra gli spettacoli teatrali più apprezzati al mondo, tratto appunto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo che ha già appassionato più di quattro milioni di persone solo in Italia. La magia di questo racconto senza tempo prenderà nuovamente vita sui palcoscenici di Pesaro, Parma, Verona, Milano, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Torino e Roma. Nell'attesa ho intervistato Riccardo Cocciante.

Immaginavi a una tale longevità del tuo Notre Dame?
In Italia viaggia da 17 anni, a Parigi ha debuttato nel 1998. E' un viaggio che non si è mai interrotto e voglio che continui.
E il successo planetario?
Assaporati i primi successi in Francia abbiamo capito che avevamo fatto un lavoro importante. Poi sono arrivate le traduzioni in russo, cinese, coreano...meglio non pensarci.
Come lo definiresti?
Non è proprio un musical, quello che è certo è che ha creato una rivoluzione. Poi in ogni paese è diverso.
Restiamo sul concetto di opera popolare?
Posso dire che molti hanno poi provato a cimentarsi con questa formula. Io credo che per rendere così vitale un'opera che ha segnato la storia della letteratura bisogna arrivare al centro della cultura.
Dove vivi?
Dappertutto.
Che sensazione ti dà tornare in Italia?
Manco da tempo, non posso dire di conoscerla perfettamente. Nell'aria c'è ovunque una nuova dimensione. Siamo a un bivio nella storia dell'Europa?
L'Italia c'è?
La vedo in difficoltà ma spero che la situazione cambi.
Visto quello che è successo a Notre Dame hai pensato di fare una rappresentazione dell'opera speciale.
Visto che si svolge proprio lì?
Ci abbiamo ragionato a lungo ma temevamo che qualcuno ci accusasse di opportunismo e dunque abbiamo rinunciato all'idea.
Nuovi progetti?
Ho scritto tante altre cose. Poi sto lavorando alla ripresa del Romeo e Giulietta e in Francia del Petit Prince.
Novità?
Sono al lavoro su un'opera popolare ambientata in Oriente. Una Turandot con una mia scrittura.
Non hai voglia di tornare alla musica?
Sto riflettendo anche su quello. E' nei desideri tornare a fare concerti. Il problema è il tempo.
Potresti fare un'opera su Greenwich.
Interessante idea. Vincere la relatività del tempo...

LE DATE DEL TOUR

13 e 14 settembre 2019 - Pesaro @ Vitrifrigo Arena
Dal 19 al 21 settembre 2019 – Parma @ Parco Cittadella
Dal 3 al 5 ottobre 2019 - Verona @ Arena di Verona
Dal 17 ottobre al 10 novembre 2019 - Milano @ Teatro degli Arcimboldi
Dal 22 al 24 novembre 2019 - Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena
Dal 28 novembre all’1 dicembre 2019 - Firenze @ Mandela Forum
Dal 4 all’8 dicembre 2019 - Napoli @ Teatro PalaPartenope
Dall’11 al 15 dicembre 2019 - Bari @ PalaFlorio
Dal 20 al 22 dicembre 2019 - Torino @ Pala Alpitour
Dal 27 al 29 dicembre 2019 - Roma @ Palazzo dello Sport