Rock in the Casbah, tutto sul festival alternativo di Sanremo

Rock in the Casbah, Burning Leaf

Sanremo non è solo Festival della Canzone Italiana ma, da 19 anni, è anche “Rock in the Casbah”, il festival rock più alternativo d’Italia. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Dal 1° al 4 agosto 2018, a Sanremo, in Piazza San Costanzo, l’anfiteatro naturale nel cuore della città, torna Rock in the Casbah, il festival rock più amato del Ponente. Ecco tutto quello che c’è da sapere sui live.

Quattro serate di musica e divertimento

Rock in the Casbah è giunto alla sua diciannovesima edizione e anche per il 2018 promette quattro serate di grande musica e divertimento. Il festival, organizzato dall’Associazione Fare Musica con il contributo del Comune di Sanremo – Assessorato al Turismo e alle Manifestazioni, concede spazio sia a nomi affermati del rock che ai giovani talenti.

Tutte le sere, ad aprire il festival troviamo, infatti, il format “Rookies in the Casbah”, dedicato proprio alle nuove generazioni. Da mercoledì 1° agosto, quindi, per quattro serate consecutive, sarà il duo rap Sam & Doublemind a dare il via allo show, a partire dalle 21.30.

La visual art è a cura di Danilo Bestagno, ogni serata sarà aperta da un video diverso che renderà omaggio alla musica locale autoprodotta.

Le serate saranno presentate da Simone Parisi alias Radiomandrake, sostenuto da Dj Slavo.

Mercoledì 1 agosto

Sul palco del Rock in the Casbah saliranno Andy Arnaldi & Glue’s Avenue, trio di nuova formazione composto dal contrabbassista Roberto Bonazinga, il chitarrista Lorenzo Spinozzi e guidato dal crooner sanremese Andy Arnaldi, per un concerto italian-swing. Poi sarà la volta del cantautore sanremese di origini meridionali Pepè e degli Skeleton, band nata come tributo agli Helloween ma che dal 2014 propone pezzi propri. Gli Skeleton sono stati definiti una band “nerd metal”, perché nelle loro canzoni trattano prevalentemente tematiche legate al mondo dei fumetti, della fantascienza e dei videogiochi. Il trio torinese dei Nick’s Airlines, formato da Raffaello Allemanini e Alessio Brizio, porteranno sul palco il loro genere tra rockabilly, blues, country, garage e punk.

Giovedi 2 agosto

Tra gli ospiti di giovedì 2 agosto, gli Occulto, band progressive anni ‘70 e Brilla, cantautore pop-indie emergente, che si esibiranno giovedì 2 agosto. A seguire, i sanremesi Sesor e i francesi Caligagan, con la loro musica reggae.

Venerdì 3 agosto

Venerdì si apre con gli Shockin’ Head e tre importanti nomi nel panorama del rock indipendente e del metal: i Burning Leaf con la voce di Margot Foglia, i Maneras, con il loro stile new wave-hardcore-punk e i Datakill, band dall’esperienza decennale. La chiusura è affidata allo show e dj-set degli OBV.

Sabato 4 agosto

Serata conclusiva inaugurata dalla band Lo Straniero, che ha già calcato i più importanti festival dell’anno, mentre il gran finale, quest’anno è dedicato ai Pinguini Tattici Nucleari, un gruppo di sei giovanissimi che passano da ballate folk a canzoni reggae legate da un sottile filo di ironia e spensieratezza. Il loro ultimo album è “Gioventù Brucata” e rende omaggio a due band a cui i Pinguini si ispirano da sempre: gli Skiantos ed Elio e Le Storie Tese.

La locandina d’autore

Come ogni anno, l’organizzazione ha voluto la firma di un grande autore per la locandina dell’evento. Per l’edizione 2018, è stato scelto Sudario Brando, misterioso artista autore di comics e fumetti di origini israeliane e francesi.

Rock in the Casbah è nato per iniziativa della Ratamacue Band, sul palcoscenico di San Costanzo, un'area degradata della Pigna, Angelo Giacobbe lo ha poi trasformato in una rassegna musicale.

TAG: