Taylor Swift: "Reputation" è tre volte disco di platino

Inserire immagine

Taylor Swift  ha deciso di battere ogni record con “Reputation”. L’album è uno dei più venduti dell’anno, e sta ottenendo importanti riconoscimenti. Uno dopo l’altro.

Non c’è da stupirsi viste le vendite impressionanti fatte sin dai primi giorni in commercio: “Reputation”, il nuovo album di Taylor Swift, è tre volte disco di platino.

Are You Ready for Reputation?

“Reputation” è uscito solo il 10 novembre, ma è destinato a essere uno degli album più noti nella storia della musica, per polemiche e vendite. Il disco è stato comprato da milioni di persone, ed è schizzato in vetta a tutte le classifiche musicali. Ha spodestato “Despacito” – reginetta, fino a poco prima, di tutte le hit – ha guadagnato milioni di dollari, ha lanciato il nome di Taylor Swift nell’olimpo dei cantanti del 2017. Eppure chi l’avrebbe mai detto che, dopo più di un anno d’assenza, Taylor Swift avrebbe ottenuto un successo così strepitoso? La cantante non si è fatta vedere e sentire per moltissimi mesi, e sono state diverse le voci (alcune non proprio lusinghiere) sulle sue condizioni. Invece Taylor stava lavorando a “Reputation”: e, a quanto pare, la sua fatica è stata ripagata dato che il cd è tre volte disco di platino. In poco più di un mese.

L’ascesa di Taylor Swift

Taylor Swift non produceva album dal 2014, tanto che in molti avevano già scritto la parola “fine” alla sua carriera. La cantante è sempre stata nota per trovarsi al centro di litigi e polemiche e, negli anni passati soprattutto, non ha mai mancato una querelle – con star famose e amatissime in tutto il mondo. Katy Perry, Kim Kardashian, Kanye West, Calvin Harris, Nicki Minaj, sono solo alcuni dei nomi con i quali Taylor Swift ha avuto a che fare. Tanto che la pausa che si è presa dalla vita pubblica ha idea di essere non solo una scusa per aver lavorato a “Reputation”, ma anche un modo per far dimenticare a tutti alcuni brutti episodi del passato. Il lupo però, perde il pelo ma non il vizio: e il nuovo disco di Taylor ha portato con sé un’enorme scia d’illazioni e sfottò davvero molto palesi. Innanzitutto, poco prima di rilasciare le nuove tracce, ha fatto uno scherzetto a Katy Perry. L’ex di Orlando Bloom aveva parlato di Taylor in diverse occasioni, citando il loro vecchio litigio e dando la colpa a lei di tutto. La cantante di “Look What You Made Me Do” non ha mai risposto, ma è passata ai fatti. Il giorno stesso che “Witness”, attesissimo album di Katy Perry, è uscito in tutti i negozi di dischi, Taylor Swift ha rilasciato la sua musica – gratuitamente – su Spotify. Inutile dire che trend topic su Twitter non c’era “Swish Swish”, ma Taylor. Che, ridendo sotto i baffi, ha preparato un’altra sorpresa a tutti i suoi fan. Un primo singolo molto mean, “Look What You Made Me Do”, e altre canzoni. Una più bella dell’altra. Non c’è da stupirsi che, con tutti questi preparativi e l’alta qualità musicale, “Reputation” abbia registrato un successo senza precedenti. Taylor Swift si sta adesso godendo la fama senza stare troppo sotto i riflettori, e mantenendo un certo distacco con il mondo delle celebrity. Che forse è la cosa che “paga” di più.

TAG: