#Andràtuttobene: i film più ottimisti di sempre. QUIZ

E se, nel mezzo dell’emergenza coronavirus, fosse il cinema a regalare un po’ di tregua e uno sguardo positivo al futuro? Ecco 10 titoli che alimentano ottimismo e speranza nel domani. GIOCA CON NOI E RISPONDI AL QUIZ

Mentre l’emergenza coronavirus costringe tutti a rivedere le proprie abitudini, dopo i consigli di James Gunn, ecco la nostra top 10 dei film che vi faranno sentire meglio riguardo al futuro, grazie al loro messaggio carico di speranza e ottimismo. Fra pellicole esilaranti e storie il cui protagonista non si arrende di fronte alle più terribili difficoltà.

Tempi moderni (1936)

Charlie Chaplin e il cinema in bianco e nero che non tramonta mai. La pellicola presenta numerosi spunti divertenti, capaci di donare una certa fiducia nel domani. I tempi moderni possono essere spaventosi, confondere e spazzare via ogni certezza, però - pare dire Chaplin - il domani è proprio dall'altra parte dell'orizzonte. Basta camminare a passo deciso verso di esso.

Ogni maledetta domenica (1999)

Il football come metafora della vita in questo film di Oliver Stone. Al Pacino presta il volto al protagonista Tony D'Amato, un coach vecchio stampo, che ha alle spalle una vita fatta di difficili sfide e molte sconfitte. Ma lui è sempre in prima linea: ricordate il discorso che fa ai suoi ragazzi nella spogliatoio, in vista dell’ultima partita?

 

 

Il favoloso mondo di Amélie (2000)

Una giovane donna che vive all’interno di una favola, dove a renderla felice sono le cose più semplici. Il favoloso mondo di Amélie di Jean-Pierre Jeunet, interpretato da Audrey Tautou e Mathieu Kassovitz, catapulta il pubblico in un’atmosfera fiabesca fatta di amore, colori, ritmi lenti, semplicità e spensieratezza. 

 

Up (2009)

Commovente e divertente. Fantasioso e toccante. Il film di animazione Disney regala nuova voglia di vivere e l’entusiasmo necessario per scoprire tutto ciò che la vita ci riserva. Due Oscar vinti  (Miglior film d'animazione e Miglior colonna sonora) a fronte di cinque nomination complessive.

 

La leggenda del pianista sull’oceano (1998)

“Tu pensa a un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu lo sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu sei infinito, e dentro quegli 88 tasti la musica che puoi fare è infinita. Questo a me piace. In questo posso vivere”. La scena cult del film di Giuseppe Tornatore, tratto dal monologo teatrale Novecento di Alessandro Baricco.

 

 

Nuovo Cinema Paradiso (1988)

Doppietta di Giuseppe Tornatore, che porta in scena il coraggio di scegliere e l’importanza di un compagno di viaggio grazie alla storia di Alfredo, con il volto di Philippe Noiret, e Salvatore, interpretato da Jacques Perrin per il Salvatore adulto, Salvatore Cascio per quella di bambino e Marco Leonardi per l’adolescente.

 

Il cielo sopra Berlino (1987)

Con un punto di vista saggio e malinconico, il regista Wim Wenders esamina l’intera esistenza umana dai cieli sopra Berlino Ovest, poco prima della caduta del Muro, seguendo l’angelo Damiel, interpretato da un Bruno Ganz, che rinuncia alla sua esistenza spirituale per sperimentare le meraviglie della vita terrena. Il cielo sopra Berlino suona come un convincente promemoria che la vita, seppur complicata, è meglio viverla che osservarla da lontano. 

 

Angeli con la pistola (1961)

La solidarietà fra uomini può compiere miracoli: la pellicola diretta da Frank Capra, ambientata nell’era del proibizionismo, è un’iniezione di ottimismo. Parlando di film capaci di motivare e far riflettere, fra i lavori del regista ricordiamo anche La vita è meravigliosa (1946). 

 

Shakespeare in Love (1998)

Il film diretto da John Madden è una testimonianza senza tempo del fatto che anche la più breve delle storie d'amore può durare in eterno nei nostri cuori. E l’amore è il motore di ogni cosa. 

 

The Times of Harvey Milk (1984)

Il documentario di Rob Epstein, vincitore dell'Oscar al miglior documentario, porta in scena una storia di speranza, rivalsa, conquista. Politica e diritti LGBT sono al centro della narrazione, a cui si ispira Milk (2008) di Gus Van Sant con Sean Penn: un manifesto di speranza per un futuro per cui vale la pena combattere. 

 

RISPONDI AL QUIZ: Conosci le curiosità sui film più ottimisti del cinema?

(se non visualizzi il contenuto interattivo CLICCA QUI)