Annunciati mostra e tema del Met Gala 2021 (e 2022): American Fashion Extravaganza

Spettacolo

Camilla Sernagiotto

Andrew Bolton, curatore responsabile del Costume Institute del Metropolitan Museum of Art, e Anna Wintour, promotrice del Costume Institute e direttrice di Vogue, hanno annunciato i temi che caratterizzeranno sia l’edizione in arrivo sia quella del prossimo anno. Con una mostra in due parti che farà la storia del fashion (e della stravaganza targata Stati Uniti)

Il Met Gala 2021 avrà come tema American Fashion Extravaganza.

Ad annunciarlo è stato Andrew Bolton, curatore responsabile del Costume Institute del Metropolitan Museum of Art, assieme ad Anna Wintour, promotrice del Costume Institute e direttrice di Vogue.
Queste due voci tra le più autorevoli del fashion internazionale hanno annunciato due grandi mostre che si focalizzeranno sulla moda statunitense, svelando i piani non solo per l'edizione del 2021 ma anche per quella del 2022.

La celebrazione annuale della moda, che lo scorso anno è stata annullata a causa della pandemia, tornerà quindi con due grandi appuntamenti chi si preannunciano a dir poco spettacolari.

Ci sarà un Met Gala ridotto e più "intimo" che si svolgerà quest'anno, il prossimo 13 settembre, sempre tenendo conto delle eventuali restrizioni per contenere il contagio da Covid-19. Dopodiché il Met Gala tornerà in grande (anzi: in grandissimo) il 2 maggio 2022.
Entrambe le edizioni inaugureranno l'apertura di una mostra pensata in due parti, entrambe dedicate alla moda a stelle e strisce.

La prima parte della mostra, intitolata "In America: A Lexicon of Fashion", aprirà i battenti il 18 settembre. La seconda, "In America: An Anthology of Fashion", è prevista per il 5 maggio 2022. Ambedue i capitoli della mostra chiuderanno a settembre 2022.

La mostra sulla moda statunitense

approfondimento

Met Gala, i look più celebri delle scorse edizioni FOTO

La prima parte illustrerà "un vocabolario moderno della moda statunitense basato sulle qualità espressive dell'abbigliamento, nonché associazioni più profonde con questioni di equità, diversità e inclusione".
"In America: A Lexicon of Fashion" si focalizzerà molto di più sugli stilisti e sui designer contemporanei, facendoli in questo modo entrare nell'olimpo della moda in maniera ufficiale, con l'approvazione di un'istituzione importante come il Costume Institute.


La seconda parte "indagherà ulteriormente il linguaggio in evoluzione della moda statunitense attraverso una serie di collaborazioni con registi americani che visualizzeranno le storie incompiute inerenti alle stanze d'epoca del Met".

La moda che riflette l'identità

approfondimento

Met Gala 2019: tutti i look delle star FOTO

La mostra del Met vuole analizzare quanto è come il fashion rifletta l'identità di popoli e nazioni, rivelandosi una sorta di "cartina di tornasole" della società.

"La moda è sia un presagio di cambiamenti culturali che un record delle forze, delle convinzioni e degli eventi che plasmano le nostre vite. Questa mostra in due parti prenderà in considerazione il modo in cui la moda riflette le nozioni di identità in evoluzione negli Stati Uniti ed esplorerà una moltitudine di prospettive attraverso presentazioni che parlano di alcune delle complessità della storia con potente immediatezza", ha dichiarato Max Hollein, direttore del Met.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.