Matera 2019: una mostra sul linguaggio

Basilicata
@ANSA
e193b877c8c304ca3a022a29cbe908aa

"Ripetizione spaziata" di Giulia Bruno, aperta dal 9 dicembre

(ANSA) - POTENZA, 7 DIC - "Il linguaggio risente di un territorio, di una storia, di una letteratura, di un movimento, di una appartenenza. Il linguaggio diventa una funzione tecnologica". Nelle parole dell'artista Giulia Bruno l'origine della ricerca artistica per l'istallazione "Ripetizione Spaziata" che lunedì 9 dicembre, alle ore 18, sarà inaugurata alla Cava Paradiso, una dei luoghi simbolo di Matera Capitale europea della Cultura per il 2019. La mostra è un evento collaterale di I-DEA, progetto della Capitale della Cultura sul tema dell'archivio e del linguaggio, inaugurato lo scorso 29 novembre e aperto al pubblico fino al 20 gennaio 2020, a cura di Pelin Tan & Liam Gillick. Con la mostra di Bruno, il progetto arriva al suo quinto e ultimo appuntamento. L'artista utilizza una ricca quantità di archivi e di casi-studio per raccontare vicende, ufficiali e non, incentrate sul tema dell'abitazione e della volontà di "cambiare".
   

Potenza: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.