Coronavirus Campania, Luigi de Magistris: "Occorrono tamponi per tutti"

Campania

"Dobbiamo impedire la ripresa del contagio, scongiurare quello che accadde l'8 marzo, quando tantissima gente venne al Sud senza controlli", ha detto il sindaco di Napoli. In Regione 4.484 positivi e 1.394 guariti

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania 

"Di fronte all'annunciato esodo di persone verso Sud avevo chiesto ai presidenti di Regione interessati, tanto a monte quanto a valle, di effettuare tamponi per tutti quelli che arriveranno da domani a Napoli, con qualsiasi mezzo, per raggiungere domicilio o residenza. L'ho chiesto per tutelare la salute dei viaggiatori, dei loro cari e dei nostri concittadini" scrive su Facebook il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Intanto domani, con l'inizio della fase 2, alla stazione Centrale del capoluogo campano si prevede l'arrivo di 1.200 persone.
Sul fronte dei contagi, la situazione in Campania vedeva alle 23:59 di ieri 4.484 positivi, 364 decessi e 1.394 guariti. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:45 - Unità di crisi: domani 1200 da altre Regioni

"Prevediamo domani l'arrivo di 1200 persone, nell'arco di tutta la giornata, alla stazione di Napoli Centrale da fuori Regione". Così Pina Tommasielli, responsabile di medicina generale nell'Unità di Crisi della Regione Campania, prefigura gli arrivi attesi domani alla stazione di Napoli, nel primo giorno in cui sarà possibile spostarsi da Regione a Regione per tornare al proprio domicilio.  

19:40 - Asl Caserta: preoccupano ingressi da autostrada

"I controlli a una barriera autostradale non sono semplici, confidiamo nel senso di responsabilità dei cittadini che torneranno. Sono preoccupato perché Caserta si avvicina al contagio zero e non vorremmo che questa situazione si rovinasse". Così Ferdinando Russo, direttore generale dell'Asl di Caserta, esprime le sue preoccupazioni in vista della giornata di domani quando ci sarà il via libera per il ritorno ai propri domicili dei campani che vivono in altre regioni. "Il problema - afferma Russo - è il passaggio con il Telepass, le auto non si fermano. Per questo sono stati previsti, nelle riunioni che si sono svolte nei giorni scorsi con la Prefettura, presidi ai caselli di Caserta Sud, Caserta Nord, Capua, Caianiello e Santa Maria Capua Vetere con supporto medico oltre al personale dell'autostrada e delle forze dell'ordine".

19:37 - Controlli per tutti passeggeri stazione Napoli

Un lungo percorso delineato dai nastri delle Ferrovie dello Stato, un percorso obbligato che i passeggeri che domani scenderanno alla stazione di Napoli dovranno percorrere per arrivare al punto dove misureranno loro la temperatura, acquisiranno i loro dati e, se avranno più di 37,5 gradi, verranno fatti accomodare a effettuare il test rapido per il covid19. Tutto è pronto alla stazione centrale per l'arrivo dei treni dal Nord Italia nella prima giornata della fase 2, quella in cui si può tornare ai proprio domicili al Sud.  

19:21 - Da domani via ad allenamenti sportivi

L'Unità di Crisi della Protezione civile regionale ha diffuso l' Ordinanza (n.43 del 3 maggio 2020) del presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca sulla ripresa degli allenamenti sportivi in relazione all 'emergenza da COVID-19. Da domani e fino al 17 maggio 2020 sono consentite le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali, ma nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento. Gli allenamenti dovranno svolgersi a porte chiuse per gli atleti di discipline sportive anche non individuali, purché in forma individuale.  

18:31 - Il Real Bosco di Capodimonte aprirà il 18 maggio

Riaprirà al pubblico il 18 maggio il Real Bosco di Capodimonte, il Museo sarà invece visitabile a partire da martedì 2 giugno. Napoli ritroverà così nella seconda metà del mese uno dei suoi luoghi identitari e di ritrovo. La direzione ha già diffuso le regole di comportamento richieste per accedere alla grande area verde con l'invito ad osservare scrupolosamente le disposizioni sanitarie di contenimento del contagio da Covid-19: divieto di assembramenti, distanziamento sanitario, uso obbligatorio della mascherina. Vietati naturalmente l' attività sportiva di squadra e fare picnic. Il Real Bosco, che si estende per 134 ettari è un parco pubblico ad ingresso libero, bene culturale Unesco. 

17:24 - In Campania 4.484 positivi e 1.394 guariti

L'Unità di crisi della Protezione civile regionale ha diffuso un aggiornamento sui dati dell'epidemia da Covid 19. La situazione, alle 23.59 di ieri, vedeva 4.484 positivi, con 86.498 tamponi totali. 364 i decessi, mentre si contavano 1.394 guariti, di cui 1360 totalmente guariti e 34 in attesa del secondo tampone.
Nel dettaglio la situazione per provincia. Napoli: 2.468 (di cui 928 Napoli Città e 1540 Napoli provincia). Provincia di Salerno: 662. Provincia di Avellino: 469. Provincia di Caserta: 424. Provincia di Benevento: 183. Altri in fase di verifica Asl: 278.

17:13 - A Napoli riaprono domani 13 parchi comunali

Da domani si potrà tornare a passeggiare nei parchi cittadini così come prevede l'ultimo decreto del presidente del Consiglio e il Comune di Napoli riaprirà 13 parchi. I cancelli, in via provvisoria, si apriranno soltanto dalle ore 8 alle 15.30. Per ogni parco sarà aperto un solo accesso così da controllare i flussi. I parchi che aprono sono: la Villa Comunale con ingresso piazza della Vittoria; il Virgiliano con ingresso da viale Virgilio; il parco Mascagna con ingresso via Ruoppolo; l'area attrezzata in via Orsolona ai Guantai Parco Camaldoli con ingresso su via Orsolona; il parco Buglione con ingresso da via Domenico Fontana; il Parco del Poggio con ingresso unico via del Poggio; il parco Nicolardi con ingresso unico via Nicolardi; il parco Troisi con ingresso viale due Giugno; il parco De Filippo con ingresso via Califano; il parco Ciro Esposito con ingresso viale della Resistenza (dalle ore 09.30); il parco Re Ladislao con ingresso via Cardinale Seripando ma da martedì 5 maggio; il parco San Gaetano Errico da viale delle Galassie e il parco Quartieri Spagnoli. 

15:00 - Vicesindaco Napoli: "Domani riaprono i cimiteri"

Da domani tutti i cimiteri di Napoli torneranno accessibili ai cittadini, "a condizione dell'assoluto rispetto delle disposizioni dettate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in tema di distanziamento sociale". A dirlo è il vicesindaco partenopeo, Enrico Panini: "Da domani si potrà tornare a salutare i propri cari nei cimiteri della nostra città. Raccomandiamo la distanza di almeno un metro tra i frequentatori dell'area cimiteriale in modo tale da evitare qualsiasi forma di assembramento e l'uso dei dispositivi di protezione personale”.

14:46 - Domani riaprono lungomare e spiagge flegree

I sindaci dell'area flegrea di Pozzuoli e Bacoli, con apposite disposizioni, hanno reso fruibili al pubblico da domani i tratti di lungomare, le spiagge e le aree verdi. A Pozzuoli viene riaperto il lungomare Pertini a via Napoli, chiuso dal 20 marzo scorso per evitare assembramenti e l'utilizzazione degli spazi giochi dei bambini nel periodo critico dell'emergenza sanitaria. Sarà, inoltre, possibile passeggiare nelle ville, nelle villette e nei belvedere della città, senza limitazioni di orario. In tali luoghi si potrà fare corsa, ma solo dalle ore 6,00 alle ore 8,30, mantenendo la distanza interpersonale di almeno due metri. Restano chiusi, invece Villa Avellino, l'Oasi di Monte Nuovo e il Parco Urbano Attrezzato di via Vecchia delle Vigne. Rimarranno interdette tutte le aree giochi per bambini e quelle sportive e non sarà consentita attività ludica o ricreativa all'aperto. 

13:40 - Osapp: Fase 2 al via, a Poggioreale zero casi

Si è chiusa la "fase 1" dell'emergenza epidemiologica determinata dal coronavirus e nel carcere di Napoli Poggioreale non ci sono contagiati. Lo sottolinea, in una nota, Luigi Castaldo, vice segretario dell'Osapp in Campania che loda le efficaci prevenzioni adottate dal direttore del carcere, Carlo Berdini e dal dirigente medico competente Vincenzo Irollo, con il supporto dell'equipe della "sicurezza sul lavoro". Castaldo definisce veri e propri eroi medici, infermieri, operatori socio sanitari e, infine, il Corpo della Polizia Penitenziaria, a Poggioreale diretta dal dirigente aggiunto Gaetano Diglio, afflitto "dalla cronica carenza di organico e dotato di scarse risorse strumentali". A questo, inoltre, dice ancora Castaldo, stanno andando a gravare "pensionamenti in atto e previsti ed in particolar modo dall'aumento in questi anni di benefici a favore dei ristretti, benefici condivisibili sotto il profilo umanitario, ma che determinano maggiori carichi di lavoro e quindi maggior ricorso al lavoro straordinario obbligatorio, utilizzato anche in questo travagliato periodo storico per sedare le diverse rivolte e far fronte ai molteplici eventi critici". "Il personale di Polizia Penitenziaria - sottolinea Castaldo - combatte il coronavirus restando in prima linea malgrado le scarse risorse e questo è la dimostrazione del grande senso di responsabilità, di alto senso del dovere, di forte spirito di abnegazione" che però "si tramuta in un gran sacrificio psicofisico il quale merita le giuste e dovute attenzioni e attestazioni di riconoscimento". "Non possiamo far finta di nulla e far passare come fatto normale ciò che invece in piena emergenza, il Corpo di Polizia Penitenziaria ha dovuto affrontare", conclude Castaldo.

13:22 - Fase 2, de Magistris: "Caos istituzionale desta preoccupazione"

"Ho chiesto al prefetto controlli rafforzati delle forze di polizia per evitare assembramenti, soprattutto nei parchi e presso le fermate del trasporto pubblico locale. Il caos istituzionale, dovuto al conflitto Stato-Regioni, unitamente alla frenesia di riprendere un po' di vita, desta preoccupazione per quello che accadrà la settimana prossima". Lo scrive il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. "Mancano poche ore all'inizio della fase 2 nel contrasto al coronavirus. Dobbiamo rispettare la distanza fisica e indossare la mascherina. Non rendiamo vani gli sforzi fatti, che sono stati determinanti nel contenimento del contagio", aggiunge.

12:32 - Arrivi a Napoli, de Magistris: "Occorrono tamponi per tutti"

"Di fronte all'annunciato esodo di persone verso Sud avevo chiesto ai presidenti di Regione interessati, tanto a monte quanto a valle, di effettuare tamponi per tutti quelli che arriveranno da domani a Napoli, con qualsiasi mezzo, per raggiungere domicilio o residenza. L'ho chiesto per tutelare la salute dei viaggiatori, dei loro cari e dei nostri concittadini" scrive su Facebook il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: "Dobbiamo impedire la ripresa del contagio, scongiurare quello che accadde l'8 marzo, quando tantissima gente venne al Sud senza controlli". Ma De Luca "ha previsto la rilevazione delle temperatura e test rapido solo per chi ha febbre oltre 37.5, in aggiunta all'ennesima quarantena. Dopo due mesi di pandemia, con tutti i milioni che hanno speso, avremmo auspicato tamponi per tutti i viaggiatori, al fine di impedire un aumento dei contagi. Al contrario, in questo modo, non saranno individuati asintomatici, quelli con pochi sintomi, quelli clinicamente guariti ma ancora positivi, in poche parole, i più pericolosi".

11:38 - Assessore Napoli: "Amarezza per stop ai mercati"

"Eravamo pronti per la riapertura, facendo i salti mortali per consentire agli operatori di tornare a lavoro, avendo ascoltato in questi giorni le loro difficoltà e la disperazione di non poter ricominciare. Apprendiamo, invece, con la solita ordinanza del giorno festivo di uno slittamento ulteriore fino al 10 maggio. Ci uniamo all'amarezza di chi in queste ore ci sta contattando, che aveva sperato fino alla fine di poter riaprire". Così all'ANSA l'assessore alle Attività produttive del Comune di Napoli, Rosaria Galiero, commenta il divieto di riapertura dei mercati rionali previsto dall'ordinanza di ieri dal presidente della Campania Vincenzo De Luca. Galiero critica i tempi del provvedimento: "Esiste il tempo della comunicazione mediatica ma anche quello della correttezza nella comunicazione e cooperazione istituzionale. Siamo arrivati all'ultimo giorno lavorativo utile, prima del termine della validità dell'ordinanza precedente relativa alla sospensione delle attività marcatali e senza alcun riscontro circa proroghe ulteriori, i nostri uffici hanno lavorato senza tregua anche di notte e in giorni di festa per consentire dal 4 maggio la riapertura delle attività dirette alla vendita di generi alimentari nei mercati". E sulla riapertura che per ora è prevista l'11 maggio, aggiunge: "Noi eravamo pronti, lo saremo anche dall'11 e pretendiamo di aver piena partecipazione nella scelta delle misure per riprendere le attività". 

11:10 - Festa compleanno su terrazza ad Atena Lucana, intervengono carabinieri

Festeggiano sulla terrazza di un appartamento il compleanno di una ragazza. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno interrotto l'assembramento vietato dalla normativa emergenziale anticoronavirus: 11 persone state segnalate e per loro è scattata una sanzione per un ammontare complessivo di 4.500 euro. La vicenda è accaduta ad Atena Lucana, nel Salernitano, paese ex zona rossa del Vallo di Diano. I festeggiamenti si sono svolti fino a tarda sera con il coinvolgimento di persone comprese tra i 20 ed i 40 anni di età. Una festa in piena regola, tutti ammassati bevendo e mangiando con musica ad alto volume. 

10:52 - L'allarme dei sindacati: "Folla sui bus, Ctp vigili su affluenza"

"Bus affollati senza rispetto delle nuove regole": è l'allarme lanciato da Fit (Federazione Italiana Trasporti) Cisl. "Il divieto di assembramenti disposto dal Governo e dalle Regioni non frena l'incoscienza di un'utenza indisciplinata che, ignorando il rischio di contagio da covid 19, affolla gli autobus già dai capolinea. La criticità più evidente si sta manifestando sulla tratta per Mondragone con le partenze da Piazzale Tecchio a Napoli dove ad ogni corsa è necessario l'intervento delle forze dell'ordine quando possibile" dicono Ciro Montella, coordinatore dipartimento regionale mobilità della Fit Cisl Campania, e Daniele Polise, coordinatore Rsa, nella lettera inviata ai vertici della Ctp. "È indispensabile la rimodulazione del servizio in base alle esigenze attuali: si deve assolutamente prevedere e attuare un piano emergenziale, non si possono ignorare le continue richieste di aiuto e le segnalazioni del personale: chiediamo pertanto all'azienda non solo che riorganizzi le corse accorciando i tempi tra una partenza e l'altra, ma anche che vengano impiegati il Nucleo di controllo e i graduati di esercizio per vigilare sull'affluenza a bordo degli autobus, presidiando i capolinea in sofferenza e supportando il personale front line" aggiungono.

8:29 - In Campania 25 pazienti positivi su 2.906 tamponi

I pazienti che ieri sono risultati positivi sono stati 25 a fronte di 2.906 tamponi esaminati. Il totale complessivo dei positivi in Campania è 4.484 a fronte di 86.498 tamponi eseguiti. Sono i dati comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Campania.

8:19 - Martedì riapre Mercato dei fiori di Ercolano

Riprende da martedi prossimo, 5 maggio, la vendita all'ingrosso di fiori, piante e accessori nel Mercato dei Fiori di Ercolano, dopo la crisi che ha duramente colpito il comparto florovivaistico. Per i florovivaisti, i fioristi e tutti i frequentatori è obbligatorio presentarsi muniti di mascherina e guanti monouso e mantenere le distanze di sicurezza nelle operazioni commerciali. Per facilitare le attività l'orario di apertura sarà anticipato provvisoriamente alle 2:30.

Napoli: I più letti