Coronavirus, in coda al supermercato senza mascherina: rissa nel Napoletano

Campania

A scatenarla sono stati un 21enne e un 28enne, che si erano messi in fila alle casse senza dispositivi di protezioni e senza rispettare le distanze di sicurezza. Ciò ha provocato la reazione di alcuni clienti, da cui è poi scoppiata la rissa 

Si è reso necessario l’intervento dei carabinieri per sedare una rissa scoppiata ieri in un supermercato di via Nazionale delle Puglie, ad Arpino, frazione di Casoria (Napoli). A scatenarla sono stati un 21enne e un 28enne di Casalnuovo, che si erano messi in fila alla cassa senza la mascherina protettiva e senza rispettare le distanze di sicurezza. Ciò ha provocato la reazione di alcuni clienti, che hanno iniziato a protestare per il loro comportamento. Ne è nato un violento alterco, degenerato poi in una vera e propria rissa, che ha coinvolto i due giovani, entrambi già denunciati in passato, e altre due persone in coda. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - MAPPE E GRAFICI)

Denunciati i due giovani

Il 21enne è stato trovato in possesso di un coltellino ed è stato denunciato per possesso di arma da taglio, mentre il 28enne, che aveva con sé alcuni arnesi da scasso, è stato denunciato anche per vilipendio, in quanto ha rivolto degli insulti ai carabinieri. I militari stanno ora cercando di identificare gli altri due partecipanti alla rissa, anche attraverso le riprese dell’accaduto, pubblicate sui social network da un utente e ripostate anche dal consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli.

Visualizza questo post su Instagram

Una scena vergognosa e ingiustificabile al supermercato.

Un post condiviso da Francesco Borrelli (@francescoemilioborrelli) in data:

Napoli: I più letti