Coronavirus in Campania, de Magistris: “Istituire il reddito di quarantena”

Campania

"Il Governo deve istituire immediatamente il reddito di quarantena per tutte le persone che sono rimaste prive di denaro. È necessario immettere liquidità nelle loro tasche per consentirgli di avere beni di prima necessità", ha affermato il sindaco di Napoli

Il risultato dei tamponi fatti, qualche giorno fa, dall'Asl di Benevento è di 25 persone positive, tra sanitari e pazienti. La direzione della struttura conferma "che sono state adottate tutte le misure necessarie per cautelare sia i pazienti sia gli operatori e sia i cittadini e che la struttura continua a garantire, con ogni sforzo, adeguata assistenza e cure ai presenti in struttura". nel frattempo, in alcuni condomini di Napoli sono stati affissi degli avvisi in cui compare l'intestazione "Ministero dell'Interno- Dipartimento della Pubblica Sicurezza", con cui si preannunciano controlli nelle abitazioni. Secondo quanto rende noto la Questura di Napoli, si tratta di un tentativo di truffa. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:30 - Tre nuovi casi positivi sull'isola di Ischia

Tre nuovi casi di pazienti positivi al coronavirus sono stati accertati oggi sull’isola di Ischia, nel comune di Serrara Fontana. Si tratta di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare e che si trovavano già in isolamento da 10 giorni. I tre nuovi casi sarebbero legati ad una persona trovata positiva due giorni fa e che presta servizio presso l'ospedale Rizzoli.

19:29 - Morto un autista del 118 a Napoli

È deceduto un 46enne di Napoli, autista del servizio 118 per conto di una associazione di volontariato, positivo al coronavirus. L'uomo agli inizi della scorsa settimana aveva comunicato all'associazione l'esito del tampone effettuato presso l'ospedale Cotugno. A seguito di ciò, gli epidemiologi dell'Asl Napoli 2 Nord avevano disposto l'effettuazione del tampone su venti persone, in servizio sulle ambulanze del 118, con cui era entrato in contatto l'autista.

19:09 - Tamponi su 72 pazienti in casa di cura Benevento

La Asl di Benevento ha disposto il tampone per tutti i 72 ospiti della casa di cura Villa Margherita di Benevento, dove è esploso il primo vero focolaio da Coronavirus nel Sannio, con 25 persone positive tra pazienti e personale. In attesa dell’esito, l’Azienda sanitaria sta predisponendo un piano di evacuazione dei pazienti, almeno per i positivi con sintomi lievi, che – secondo quanto apprende l’Ansa – potrebbero essere trasferiti nella giornata di domani in una struttura di accoglienza della provincia. “Stiamo ricostruendo e contattando, attraverso l’elenco dei ricoverati dal 1 marzo scorso nella struttura, – dice il direttore generale della Asl di Benevento Gennaro Volpe – tutta la catena delle persone, familiari e non, che si sono recate nella casa di cura”. La notizia comunque ha creato preoccupazione nella popolazione, anche in diversi comuni della provincia, dove i sindaci, compreso quello del capoluogo Clemente Mastella, hanno immediatamente intimato ai residenti e domiciliati che "per motivi di lavoro, visite mediche, visite ad ammalati o altro, si siano recati presso la struttura ‘Villa Margherita’ di Benevento negli ultimi 20 giorni di comunicarlo immediatamente al proprio medico di base e al comune di residenza".

18:25 - Consegnate 200 mascherine all’Università Federico II

Sono state consegnate all’Università Federico II le prime 200 mascherine realizzate nelle sartorie di centri penitenziari della Campania. La fornitura completa sarà di 10.000 mascherine di tipo chirurgico, idonee all'uso per personale amministrativo, tutte realizzate nelle sartorie presenti nei centri penitenziari, che hanno cominciato a produrre prototipi già a inizio marzo. Per questa produzione sperimentale il Provveditore dell'Amministrazione Penitenziaria della Campania, Antonio Fullone, ha chiesto il supporto e la supervisione dell’Università Federico II, sia per le indicazioni iniziali che per la scelta del prototipo, avviando poi immediatamente, in diversi istituti penitenziari, la produzione di mascherine secondo le norme vigenti. Una parte di mascherine prodotte è stata destinata al personale tecnico amministrativo dell’Ateneo e la prossima settimana verranno già consegnate ai dipendenti che, suddivisi in turni, lavorano negli uffici della Federico II per quei servizi indispensabili che non possono essere erogati in modalità telematica. 

17:10 - Da lunedì mascherine a farmacisti

Da lunedì prossimo saranno consegnate gratuitamente mascherine di protezione ai farmacisti della Campania che sono al banco vendita. L'iniziativa rientra nel programma annunciato dal Presidente Vincenzo De Luca, secondo cui vengono considerati prioritari i dispositivi di protezione individuali per il personale medico-sanitario. Progressivamente e compatibilmente con la disponibilità, le mascherine saranno consegnate a tutte le categorie che svolgono servizi essenziali, dai trasporti al commercio.

16:20 - Asl Napoli 1, parte servizio tamponi a domicilio

Parte da oggi, nel territorio dell'Asl Napoli 1 Centro, il servizio svolto dalle Unità Speciali di Continuità Assistenziale, Usca, in linea con gli indirizzi del Governo regionale: sono state predisposte cinque unità mobili, una per ogni due Distretti Sanitari di Base, equipaggiate con medici volontari. Vere e proprie task force che si muoveranno sul territorio cittadino tutti i giorni dalle 8 alle 21 per fare tamponi a domicilio ai pazienti per i quali si sospetta un contagio e per i pazienti che hanno terminato il periodo di "quarantena" per i quali deve essere certificata la guarigione (è necessario eseguire due tamponi a distanza di 24 ore). Altri medici affiancheranno le cinque unità per intensificare l’attività di sorveglianza sanitaria relativa ad ogni cittadino che risulta positivo e in “quarantena” per contatto stretto.

16:08 - Ospedale Caserta: sei pazienti guariti

"Sei pazienti guariti, di cui cinque dimessi e uno in divezzamento dall'ossigenoterapia. E otto quelli trattati con il nuovo farmaco Tocilizumab". È quanto si legge in una nota del professore Paolo Maggi, direttore dell'Unità operativa di Malattie infettive dell'ospedale "Sant'Anna e San Sebastiano" di Caserta, che certifica "i primi incoraggianti riscontri dell'attività finora svolta in questo periodo di grave crisi sanitaria. A questi favorevoli sviluppi - prosegue Maggi - va aggiunto che nel reparto di Rianimazione si è ottenuto uno dei pochi trattamenti erogati in Italia con Remdesivir. Il tampone del paziente si è negativizzato ed è stato estubato".

15:31 - Circo bloccato nel Casertano: scatta solidarietà per animali

Disagi per gli artisti e i settanta animali del Circo Romina Orfei bloccati da giorni a San Nicola la Strada (Caserta) a causa dell'emergenza sanitaria. Il problema riguarda l'approvvigionamento di gasolio per il riscaldamento e di derrate, in particolare per gli animali, cui serve del cibo particolare. L'appello è stato lanciato da varie associazioni, anche sui social, ma da giorni il Comune e il suo servizio di protezione civile hanno preso a cuore la vicenda, organizzando iniziative per raccogliere fondi. Nel circo ci sono tre elefanti, due giraffe, un ippopotamo, sei cani, cinque gatti, due yak, due mucche scozzesi, uno struzzo, otto pony, otto lama, nove dromedari, tre cammelli, due zebre, 15 cavalli, otto serpenti. La fattoria è formata da capre, asini, maiali, colombi e dieci oche. Per il loro sostentamento, gli animali hanno bisogno di tre grandi balle di fieno al giorno, di erba medica, di circa 40 chili di mangime fioccato misto e crusca, e di crocchette e scatolette per cani e gatti. "Grazie all'amministrazione - afferma l'assessore all'Ambiente Lucio Bernardo - artisti e animali hanno avuto tutto quanto serviva per poter andare avanti". Come riconoscenza verso la generosità dei cittadini, gli artisti hanno promesso che il giorno di Pasquetta terranno un spettacolo con gli animali in diretta facebook.

15:28 - Numero verde Asl Napoli 3 Sud per famiglie in quarantena

Un numero verde a disposizione delle famiglie costrette all'isolamento domiciliare a causa dell'emergenza Coronavirus. È quello promosso dall'Asl Napoli 3 Sud e che sarà attivo da lunedì prossimo. ''Da più parti - spiegano dall'azienda sanitaria in una nota - riconosciuto l'enorme rischio di conseguenze sulla sfera psico-emotiva connesse alla grave emergenza Covid-19''. Il progetto è stato chiamato ''Il sostegno oltre la distanza''. Il numero verde è 800 936 630. Responsabile del progetto è la dottoressa Maria Galdi, direttore del dipartimento attività territoriali ed integrazione sociosanitaria, supportata dal servizio relazioni con il pubblico dell'Asl Napoli 3 Sud, diretto dalla dottoressa Angela Improta. Il servizio sarà attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20. Al numero verde risponde una centrale operativa che successivamente invia le richieste formulate dai singoli utenti ad una piattaforma che distingue le chiamate.

14:53 - Bimba dona disegno a carabinieri: "Grazie"

Una bimba di nove anni di Villaricca (in provincia di Napoli) ha regalato ai carabinieri un disegno per ringraziarli del loro impegno. Sul disegno c'è un carabinieri che tiene per mano una bimba, la bandiera italiana e poi la scritta: "Grazie per quello che state facendo". Accompagnata dai genitori, lo ha voluto personalmente consegnare ai militari della caserma di Villaricca. Il ringraziamento è stato rivolto anche per il costante impegno nel far rispettare le prescrizioni volte a limitare il contagio dell'epidemia. I carabinieri, per ringraziare la bambina del sentimento manifestato, hanno esposto il disegno all'ingresso della caserma.  

14:43 - A Napoli ricoverata neonata di 2 mesi

Ha due mesi ma è nata prematura e pesa tre chili la bambina ricoverata con covid19 nel reparto pediatrico del II Policlinico di Napoli dedicato alla malattia. La piccola è arrivata stanotte inviata dal Santobono che le aveva fatto il tampone e ha saputo dell'esito positivo. "La bimba - spiega all'ANSA Alfredo Guarino, direttore dell'Unità Operativa Complessa di Malattie Infettive Pediatriche dell'azienda - ha la tosse e qualche difficoltà respiratoria ma al momento non ha bisogno di ventilazione, ha una saturazione di ossigeno sufficiente. I bambini sotto i tre mesi infettati dal covid19 stanno ragionevolmente bene ma se hanno qualche comorbilità sono più fragili. Nel suo caso parliamo di una bimba prematura e che a due mesi pesa quanto più o meno doveva pesare alla nascita". La bimba è arrivata insieme alla madre che ha fatto il tampone ed è nel reparto insieme a lei, essendo minorenne. "Uno dei problemi - spiega Guarino - è che la madre è rumena e parla poco italiano, quindi non è facile avere da lei informazioni chiare. Le abbiamo fatto il tampone e sta qui in attesa dell'esito". La piccola è sotto controllo nel reparto che ha quattro posti al momento, allargabili a cinque e in cui c'è un altro bambino ricoverato qualche giorno fa e che sta velocemente migliorando. "I polmoni dei bimbi piccoli - spiega Guarino - reagiscono molto velocemente al virus ma ci vuole cautela. Il bimbo ricoverato qui ha un fratello a casa negativo, prima di dimetterlo ci vorrà quindi grande cautela". Il reparto allestito dal Policlinico per il covid pediatrico segue anche gli altri bimbi positivi che però non hanno bisogno di ospedalizzazione. "Sono 15 in Campania - spiega Guarino - vengono seguiti a casa dai rispettivi pediatri che sono in costante contatto con noi, ci tengono aggiornati e ci confrontiamo sulle cure. Sono in condizioni non gravi".

13:54 - Ospiti della Rsa di Sala Consilina verranno trasferiti a Eboli

Tutti gli ospiti positivi della casa di cura per anziani di Sala Consilina (Salerno) saranno trasferiti tra oggi e domani presso il Campolongo Hospital di Eboli. È quanto stato deciso al termine di una riunione svoltasi nella tarda mattinata di oggi presso l'ospedale di Polla, nel Vallo di Diano, cui hanno preso parte, tra gli altri, il direttore generale dell'Asl Salerno, Mario Iervolino, ed Enrico Coscioni in rappresentanza della Regione Campania. Al momento all'interno della casa di cura risultano contagiate una quarantina di persone tra anziani ed operatori, mentre si sono registrati tre decessi di anziani dallo scorso 25 marzo.

13:39 - De Luca: "Servono misure per le famiglie"

"Alle misure rigorose prese per combattere il contagio è indispensabile aggiungere da subito misure di sostegno alle famiglie, di aiuto a singoli cittadini in difficoltà, e a quei settori su cui il prolungarsi della crisi pesa in maniera drammatica. A tal fine la Regione intende definire una piattaforma, un programma di aiuti da sottoporre da subito, entro martedì, al Governo nazionale”. Ad annunciarlo è il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, secondo il quale "in alcuni casi si tratta davvero di garantire il pane alla povera gente. È necessario oggi - prosegue De Luca - un impegno unitario di tutte le componenti politiche e sociali. Per dare a questo sforzo unitario rapidità e concretezza, sollecitiamo tutti i gruppi politici, le organizzazioni sociali, sindacali e imprenditoriali, le Camere di Commercio, le Fondazioni e le istituzioni bancarie, le istituzioni locali, il volontariato, le organizzazioni religiose, a far pervenire entro la mattinata di lunedì agli Assessorati competenti, o all'Ufficio di Gabinetto della Presidenza, o alla Unità di Crisi regionale, documenti brevi e sintetici, con proprie proposte, in modo da sottoporli agli uffici per una verifica di operatività”.

13:27 - Idranti della polizia per sanificazione a Scampia

Prosegue l’igienizzazione delle strade dei quartieri di Napoli, anche grazie agli idranti antisommossa della polizia, riconvertiti in efficienti mezzi per la sanificazione. I due veicoli che da qualche giorno sono entrati in servizio a fianco della municipalizzata Asia, questa mattina sono intervenuti a Scampia, periferia nord della città, davanti alle "Vele".  

13:05 - Vallo di Diano, sette decessi e cento positivi

Sette decessi e cento persone positive. Sono i dati relativi all'emergenza Covid -19 nel Vallo di Diano, area a sud di Salerno con 60mila residenti e compresa nei 15 comuni valdianesi dei quali cinque sono sotto il regime di "zona rossa". Al momento la situazione più critica si registra a Sala Consilina all'interno di una casa di cura in cui si sono registrati tre decessi e una quarantina di anziani positivi.

12:53 - Terzo decesso in casa anziani nel Salernitano

Oggi si è registrato il terzo decesso all'interno della casa di cura per anziani di Sala Consilina, uno dei cinque comuni in quarantena nel Vallo di Diano. La vittima è una donna di 88 anni, risultata positiva nei giorni scorsi. La situazione si aggrava con il passare delle ore. Salgono a 40 le persone positive tra ospiti e dipendenti della stessa casa di cura. Al momento, i pazienti vengono trattati con terapie specifiche tramite un medico infettivologo interno, in continuo contatto con il reparto Covid 19 del vicino ospedale di Polla.

12:47 - A Napoli dormitorio comunale a breve attivo h24

A Napoli l'ex dormitorio pubblico ha prolungato il proprio orario di apertura e a breve sarà attivo h24. Per i circa 300 ospiti del dormitorio sono previste visite mediche settimanali organizzate da medici volontari. L'amministrazione ha, inoltre, attivato le procedure per il montaggio di una tenda dove operatori della Croce Rossa effettueranno il rilievo della temperatura ai senza dimora che prendono il pasto alla mensa. Sul fronte dell'igiene, il Comune comunica che è stato sospeso dall'autorità sanitaria il servizio docce a via Tanucci perché ''il vapore è veicolo di possibile contagio'', ma sono aperti regolarmente i servizi igienici. 

12:38 Scoperte pasticcerie aperte nel Salernitano

Pasticcerie aperte nonostante i divieti per l'emergenza Coronavirus: è quanto ha scoperto la Guardia di Finanza nel Salernitano, precisamente ad Eboli e nell'Agro nocerino-sarnese. In particolare, le Fiamme Gialle hanno notato nel pieno centro di Eboli, un esercizio commerciale con la saracinesca parzialmente abbassata, con le luci accese, al cui interno un pasticciere era intento nella preparazione di cornetti e dolciumi vari. 

12:30 - Salgono a 17 i ricoverati al San Pio di Benevento

Salgono a 17 in tutto, di cui 14 della provincia di Benevento, i pazienti positivi al Coronavirus ricoverati presso l'ospedale "San Pio" di Benevento. Lo rende noto il direttore generale della struttura ospedaliera Mario Ferrante. Tre dei pazienti sono in terapia intensiva.  

12:20 - 25 positivi in casa cura Benevento, sos personale

"Valutare l'opportunità di predisporre l'invio di personale sanitario a supporto della struttura o di trasferire in sicurezza i pazienti in altri luoghi di cura": è la richiesta che la direzione della casa di cura "Villa Margherita" rivolge alla Asl di Benevento dopo la notizia di 25 casi positivi nella struttura, tra personale e pazienti. Delle 25 persone contagiate, 18 sono residenti tra la città di Benevento e alcuni comuni della provincia; altre sette provengono da altri centri della regione. 

12:13 - Da ospedale sos vicesindaco per Vallo di Diano

"Da rappresentante delle istituzioni del Vallo di Diano e da infetto da Coronavirus chiedo a De Luca di fare presto. La nostra situazione è davvero preoccupante. Abbiamo bisogno di tamponi per salvare le persone". Lo dice per telefono all'ANSA Antonio Addesso, vice sindaco di Auletta, dal proprio letto del reparto Covid-19 dell'ospedale di Polla (Salerno). Nel Vallo di Diano sono cinque i comuni posti in quarantena per l'elevato numero di contagi. "Abbiamo tantissime persone malate in casa con febbre - continua Addesso - e se riusciamo ad assisterle possono salvarsi. Dobbiamo fare presto. Ci servono i mezzi per curarle". 

10:35 - Truffe, questura di Napoli: "Attenzione a falsi annunci"

In alcuni condomini di Napoli sono stati affissi degli avvisi in cui compare l'intestazione "Ministero dell'Interno- Dipartimento della Pubblica Sicurezza", con cui si preannunciano controlli nelle abitazioni. Secondo quanto rende noto la Questura di Napoli, si tratta di un tentativo di truffa, dal momento che non è stato predisposto alcun documento di questo tipo. La Questura ricorda di non aprire la porta di casa a persone sconosciute e, in caso di dubbi, si invita a contattare subito i numeri di emergenza delle forze dell'ordine.

10:29 - Giudice ordina tampone per paziente in dimissione da una casa di cura

Un giudice del tribunale civile di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, ha ordinato a una casa di cura di Castel Morrone di trattenere un paziente ed effettuare il tampone per verificare la presenza del Coronavirus. È stato il figlio del paziente, un avvocato, a scrivere al giudice civile spiegandogli che nella casa di cura dove è ricoverato il genitore, "si è verificato un caso di covid-19 e probabilmente anche altri contagi". Il magistrato, Giovanna Caso, ha quindi ritenuto opportuno, vista l'età avanzata del paziente e le sue condizioni fisiche, disporre l'obbligo per i responsabili della struttura e dell'Asl di Caserta di praticargli il tampone, tenendo il paziente in isolamento.

10:08 - Diretta web sindaco per spiegare buone pratiche

Una diretta social per spiegare ai cittadini quali sono le procedure più adatte a tutelare la propria salute in questo periodo di emergenza legata al Coronavirus. È la strada scelta da Giovanni Palomba, sindaco di Torre del Greco, una delle città più colpite in Campania dai contagi. "Alle 16.30 saremo insieme per una diretta web di informazione ai cittadini sulle buone abitudini da adottare in questo particolare momento di emergenza sanitaria per contrastare la diffusione del contagio'', ha spiegato.

9:59 - Messaggio cestista Schmidt: "Restate a casa"

Anche Oscar Schmidt, Mao Santa, il grande cestista brasiliano che ha militato nella Juvecaserta dal 1982 al 1990, detentore del record mondiale assoluto di punti segnati in carriera, invia un video ai cittadini casertani cui manifesta tutta la sua solidarietà in questo periodo di grave emergenza sanitaria, e li invitando a restare a casa. "Che momento mamma mia - dice Oscar - immagino voi in italia che non potete fare niente e dovere stare a casa. Ma è così, restate a casa, tutto andrà bene, ma non restate sulla porta a parlare con il vicino, è una grande irresponsabilità".

9:37 - De Magistris: “Istituire il reddito di quarantena”


"Il Governo deve istituire immediatamente il reddito di quarantena per tutte le persone che sono rimaste prive di denaro. È necessario immettere subito liquidità nelle loro tasche per consentirgli di avere beni di prima necessità. Napoli fa e farà la sua parte", questo il tweet del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

8:06 - 25 contagiati in una casa cura di Benevento

Sono 25 le persone, tra cui sanitari e pazienti, contagiati alla casa di cura “Villa Margherita” di Benevento. Questo è il risultato dei tamponi che qualche giorno fa la Asl di Benevento aveva fatto effettuare dopo alcune segnalazioni. A dare conferma della positività ai tamponi è lo stesso sindaco di Benevento Clemente Mastella. La direzione della struttura, si legge in una nota, conferma " che sono state adottate tutte le misure necessarie per cautelare sia i pazienti sia gli operatori e sia i cittadini e che la struttura continua a garantire, con ogni sforzo, adeguata assistenza e cure ai presenti in struttura".

Napoli: I più letti