Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Coronavirus in Campania, la Regione ha assunto 104 medici

19' di lettura

"Abbiamo reclutato 104 dirigenti medici, 160 specializzandi, 419 infermieri e 188 operatori socio sanitari per rafforzare la nostra capacità di fronteggiare l'emergenza", ha detto Enrico Coscioni, consigliere del governatore Vincenzo De Luca 

La Regione Campania ha assunto 104 dirigenti medici, 160 specializzandi, 419 infermieri e 188 operatori socio sanitari per fare fronte all'emergenza Covid-19: nella giornata di ieri i contagi sono arrivati a 1.454. In arrivo, a Napoli, dalla Cina, 50mila mascherine e altre mille tra città e provincia dalla coordinatrice di "Italia Viva", Barbara Preziosi: rubate, invece, quelle negli armadietti dell'ospedale Loreto Mare. Fanno discutere, poi, quelle spedite dalla Protezione Civile: "La Protezione Civile ha inviato 552mila mascherine? Amici cari, vediamo di capirci, quelle sono le mascherine del coniglietto Bunny", le parole del governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "Sono mascherine ottime per pulire gli occhiali ma per gli ospedali lasciamo perdere - ha aggiunto - ci vuole fantasia a definirle mascherine".
E' scomparso Maurizio Galderisi, cardiologo e docente 65enne di Medicina Interna all'Università di Napoli Federico II, affetto da coronavirus. Dimessa la paziente curata con il Tocilizumab. (LIVE)

19:23 - Nuovi posti letto in Azienda dei Colli

Diciotto posti letto tra sub intensiva e reparto 'ordinario' sono stati attivati oggi negli ospedali Cotugno e Monaldi dell'Azienda dei Colli, a Napoli. Ad oggi i posti occupati sono 21 in terapia intensiva e 121 i pazienti affetti da coronavirus in reparto di degenza ordinaria. Sono invece 9 i pazienti in attesa dell'esito del tampone. 

19:18 - Dimessa paziente trattata con Tocilizumab

È stata dimessa oggi dall'ospedale Cotugno di Napoli un'altra paziente trattata con il Tocilizumab, il farmaco usato in via sperimentale per curare la polmonite da coronavirus. La donna è un medico, ha 63 anni ed era in terapia sub intensiva il 20 marzo quando le è stata somministrata una dose del farmaco. Ne dà notizia Vincenzo Montesarchio, oncologo dell'ospedale Monaldi di Napoli che ha varato insieme al collega Paolo Ascierto del Pascale la cura con il Tocilizumab. "La dottoressa - spiega Montesarchio - era stata in terapia sub intensiva ed aveva risposto bene al farmaco, quindi è stata trasferita in reparto dove ha continuato a migliorare velocemente. I tamponi sono negativi, è guarita ed è stata dimessa in ottime condizioni respiratorie. E' tornata a casa".

18:50 - A Napoli prorogata accensione riscaldamento fino a 13/04

Con un'ordinanza firmata dal Vice sindaco di Napoli, Enrico Panini, è stata disposta la proroga dell'accensione degli impianti di riscaldamento esistenti sul territorio comunale fino alla data del 13 aprile 2020, salvo miglioramenti delle condizioni climatiche. Nella ordinanza si legge tra l'altro che nell’ultima settimana sono state riscontrate condizioni climatiche eccezionali per il periodo, caratterizzate da precipitazioni, venti anche sostenuti e, in particolare, un netto abbassamento delle temperature rispetto alla media stagionale; e che le previsioni climatiche per i prossimi giorni non mostrano un rapido miglioramento delle condizioni climatiche in atto, con la gente costretta a rimanere in casa a causa dell’emergenza coronavirus.

18:47 - Comune Benevento donerà 300 pasti al giorno ai bisognosi

"Un fornitura straordinaria di circa 300 pasti giornalieri verrà effettuata dal Comune di Benevento a favore delle persone che versano in stato di bisogno economico conseguente alla crisi determinata dalla epidemia Covid 19 e alla chiusura di intere filiere produttive economiche e di servizi." Lo rende noto il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, dopo l'approvazione in giunta del provvedimento.

16:08 - Santuario Pompei, 'staffetta' per recita Rosario

"Un Rosario lungo un giorno, tutti i giorni" è la "staffetta di preghiera" che lancia il Santuario dedicato alla Beata Vergine del santo rosario di Pompei (Napoli). La proposta ai fedeli, che in questi giorni di isolamento nelle proprie case e di angoscia per i numerosi contagi e morti con Coronavirus, hanno ripreso la pratica della recita del rosario quotidiano come conforto e speranza contro la pandemia, è di assumere l'impegno di unirsi mezz'ora al giorno - ogni giorno -, dalle ore 7 alle ore 22, con la recita del rosario, per impetrare la fine della pandemia di Coronavirus. E' possibile comunicare l'orario scelto sulla pagina Facebook ufficiale "Pontificio Santuario di Pompei", mediante un post specifico dedicato all'iniziativa. 

15:34 - De Luca: "Da Protezione Civile mascherine del coniglietto Bunny"

"La Protezione Civile ha inviato 552mila mascherine? Amici cari, vediamo di capirci, quelle sono le mascherine del coniglietto Bunny". Lo ha detto in diretta streaming, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "Sono mascherine ottime per pulire gli occhiali ma per gli ospedali lasciamo perdere - ha aggiunto - ci vuole fantasia a definirle mascherine".

15:27 - Da oggi reparto Covid-19 al Cardarelli Napoli

E' attivo da oggi il reparto Covid.19 dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Oggi si sono registrati già i primi due ricoveri avviata l'attivazione di posti letto di terapia intensiva. I posti letto in terapia intensiva attivati oggi sono 4 e sono ospitati nel Padiglione H. Come da cronoprogramma seguiranno altre attivazioni a cominciare da altri 2 posti letto (sempre di terapia intensiva). Si proseguirà anche nel corso della prossima settimana con altri due posti letto e 7 di terapia sub-intensiva nel Padiglione M. 

15:12 - De Luca: "Bene misure Governo ma tardive"

"Il Governo sta facendo un lavoro importante, ha preso misure rigorose che condivido, sanzioni pesanti, ma sarebbe stato più efficace prenderle da subito queste misure. Avremmo impiegato meno tempo e avremmo stressato di meno i cittadini raggiungendo un effetto più tempestivo". Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta streaming. De Luca rivendica di aver anticipato i tempi nell'aver assunto misure più severe, come chiusura parchi e stop dell'attività sportiva all'aria aperta. 

15:05 - Da Cardarelli Napoli farmaci essenziali a casa

I medicinali saranno recapitati direttamente a casa dei pazienti. E' quanto deciso dalla Direzione generale dell'Ospedale Cardarelli, a Napoli, che ha predisposto un servizio ulteriore per la tutela della salute di pazienti fragili. "A partire da oggi - dice il direttore generale Giuseppe Longo - i medicinali essenziali che i pazienti dovrebbero ritirare presso la Farmacia dell'Azienda Ospedaliera saranno recapitati direttamente al domicilio". La Direzione strategica del Cardarelli ha accolto la proposta del direttore della Farmacia ospedaliera, Guglielmi, coadiuvato dalle dottoresse Serio e Mercogliano, in sinergia con i clinici Ferrara, Di Costanzo e Riccardi responsabili rispettivamente delle Unita Operative di Ematologia, Epatologia e Oncologia. 

14:18 - Cardinale Sepe benedice defunti cimitero Napoli

Ha pregato per le vittime del coronavirus, ha impartito la benedizione, ha pregato. Crescendo Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, stamani alle 11 si è recato al cimitero di Poggioreale, per un momento di raccoglimento, preghiera e la benedizione. Il presule è arrivato in auto davanti a uno degli ingressi del cimitero di Poggioreale, lungo una strada deserta, a causa delle misure di contenimento per l'emergenza coronavirus, e si è unito così a tutti i vescovi della Chiesa, nel portare la propria vicinanza alle vittime del coronavirus. L'immagine degli automezzi militari che trasportano le bare verso i luoghi della cremazione sta a rappresentare la drammaticità di quello che l'Italia sta vivendo. Per il rispetto delle misure sanitarie, tanti dei defunti a causa del coronavirus non hanno potuto avere alcun conforto delle persone care né il conforto dei sacramenti. 

13:45 - Comune Napoli avvia sanificazione aree verdi Erp

Da lunedì 30 marzo il Comune di Napoli avvierà le operazioni di sanificazione delle superfici esterne pavimentate e degli spazi verdi interni ai parchi di edilizia residenziale pubblica che non sono soggetti al pubblico passaggio. Le azioni di pulizia straordinaria sono state proposte dagli assessori Alessandra Clemente e Luigi Felaco, rispettivamente, al Patrimonio e al Verde. Gli interventi, ad integrazione di quelli quotidianamente realizzati sulle strade cittadine dall'amministrazione attraverso le società partecipate, saranno comunicati giorno per giorno sul portale web del Comune fino a completamento di tutti i parchi. I primi interventi interesseranno il Lotto P3 di Ponticelli (via Oplonti, via dei Papiri Ercolanesi) e il lotto P4 di Ponticelli (via Fauno). 

13:41 - Morto cardiologo e docente all'Università Federico II di Napoli

Maurizio Galderisi, cardiologo e docente 65enne di Medicina Interna all'Università di Napoli Federico II, nonché responsabile del programma Infradipartimentale di Emergenze Cardiovascolari e Complicanze Onco-ematologiche dell'Azienda Ospedaliera Universitaria, è morto a causa del coronavirus. Il professore era ricoverato all'ospedale Cotugno di Napoli.  

13:01 – Anziana in difficoltà: Croce Rossa le fa la spesa

''Aiutateci, abbiamo bisogno di cibo e medicinali. Siamo in casa e per problemi di salute non possiamo uscire a fare la spesa''. Si tratta di una delle tante telefonate che, in questi giorni di emergenza sanitaria, stando giungendo alla sede della Croce Rossa a Ercolano (in provincia di Napoli). A chiamare è stata un'anziana donna, vedova, che in casa deve accudire una figlia bisognosa di cure oltre ai due suoi figli diversamente abili. E così, non potendo uscire di casa, si è rivolta ai volontari della Croce Rossa già da giorni operativi con il servizio #Restaacasa, che prevede, contattando il numero di telefono 081-7775600, la consegna a domicilio di beni di prima necessità e farmaci ad anziani e fasce deboli. In sede in media arrivano tra le 35 e 45 telefonate al giorno per le richieste d'aiuto. Due volontari hanno raccolto la richiesta e hanno quindi acquistato pane, pasta, latte e anche i medicinali utili per le cure per poi consegnarli sull'uscio di casa all'anziana donna.

12:45 – Rinviato Golden Gala di atletica leggera a Napoli

Il Golden Gala di atletica leggera, quinta tappa del massimo circuito internazionale intitolata a Pietro Mennea, a quanto annunciato dalla Wanda Diamond League, slitta a data da destinarsi l'edizione 2020. L'evento, che avrebbe portato le stelle dell'atletica mondiale allo stadio San Paolo di Napoli giovedì 28 maggio, è stato ufficialmente posticipato insieme ad altre due tappe che ancora erano in calendario, quella di Stoccolma del 24 maggio e quella di Rabat del 31 maggio. Di conseguenza, alla luce del rinvio già noto delle prime tre date (Doha e le due cinesi), e di questi tre nuovi rinvii, la Diamond League dovrebbe in teoria iniziare il 7 giugno a Eugene, ammesso che le condizioni generali lo permettano: al momento le date successive sono confermate

12:44 – Paziente ricoverato nel Salernitano senza effetti personali

Un paziente 50enne e positivo al coronavirus è stato ricoverato d'urgenza con ventilazione artificiale in ospedale. Il paziente, ovviamente, si ritrova ricoverato senza alcun effetto personale ed i carabinieri provvedono a recapitarglieli mediante un "trasporto protetto". É accaduto ad Auletta (in provincia di Salerno). L’uomo è stato trasportato presso l'ospedale "Mauro Scarlato" di Scafati. I carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, accogliendo l'appello dei parenti del 50enne e del sindaco di Auletta, muniti di idonei DPI, con una gazzella della Sezione Radiomobile hanno organizzato il servizio di trasporto con materiale isolante e recapitando, così, il necessario al ricoverato.

12:42 – Tredici positivi ricoverati al San Pio di Benevento

Sono tredici in tutto, di cui 10 della provincia di Benevento, i pazienti positivi al Covid-19 ricoverati presso l'ospedale "San Pio" di Benevento. Lo rende noto il direttore generale della struttura ospedaliera Mario Ferrante. Tre dei pazienti sono in terapia intensiva.

12:37 - Mille mascherine a medici di famiglia nel Napoletano

Mille mascherine chirurgiche sono state consegnate ai medici di famiglia di Napoli e provincia. La donazione è stata effettuata da Barbara Preziosi, coordinatrice provinciale di Italia Viva, che ha recapitato ieri i dispositivi di protezione individuale direttamente nelle mani del presidente dell'Ordine dei medici di Napoli e segretario generale FIMMG, Silvestro Scotti.

12:26 - Rubate mascherine al Loreto Mare di Napoli

"Ciò che è avvenuto al Loreto Mare è certamente un episodio da stigmatizzare, qualcosa che ci fa arrabbiare e ci sdegna, ma non dobbiamo neanche montarci un caso mediatico. Non possiamo consentire che il furto di qualche decina di mascherine e di un po' di sapone e qualche effetto personale da parte di quello che evidentemente è un imbecille faccia passare in secondo piano lo sforzo straordinario che tutto il sistema della sanità campana sta facendo per rispondere in tempi rapidissimi ad una possibile escalation dei contagi". Lo afferma il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, in merito al furto che si è verificato all'ospedale Loreto Mare di Napoli e di cui ha riferito Repubblica Napoli. Il furto, spiega l'ASL, ha interessato una decina di armadietti.

12:06 - Al Sud 165 ditte produrranno dispositivi di protezione dal coronavirus

In dieci giorni 165 imprese di Puglia, Basilicata e Campania hanno chiesto al Politecnico di Bari supporto per convertire la loro attività nella produzione di dispositivi di protezione dal Coronavirus, da destinare alla popolazione e al personale sanitario: mascherine, tute, camici, visiere e gambali. Per la maggior parte si tratta di piccoli produttori dei settori tessile, confezionamento, lavorazione di materiale plastico. Il Politecnico ha costituito a questo scopo un gruppo di lavoro, chiamato Riapro (Riconversione aziendale per la produzione di dpi), formato da docenti, ricercatori e imprenditori. Il gruppo lavora in collaborazione con la Regione Puglia e l'Università degli Studi per tutti gli aspetti chimico-biologici e medici. I primi campioni sono già in fase di realizzazione. Costituita anche una cabina di regia a livello nazionale, della quale fanno parte i rettori di numerose università, che sta cercando di definire una linea comune per la certificazione dei dispositivi. Il Politecnico di Bari ha messo a punto una specifica tecnica per la produzione di mascherine filtranti destinate alla popolazione, concordata con la Protezione civile e alla quale le aziende interessate possono attenersi, con le indicazioni di dimensioni e materiali da utilizzare.

11:46 - Dalla Cina 50mila mascherine al Comune di Napoli

Stamattina sono partite da Zhengzhou, capitale della Provincia dell'Henan, in Cina, e dirette al Comune di Napoli, 50mila mascherine chirurgiche. Il vettore della spedizione, l'unico possibile, è quello postale e pertanto le mascherine arriveranno a Palazzo San Giacomo tra almeno 10 giorni e saranno distribuite in base alle esigenze del momento a tutti i soggetti in prima linea in questa emergenza. La città di Napoli e la città di Zhengzhou sono legate da oltre dieci anni da un "saldo vincolo di amicizia e stima", rinsaldato nel 2018 proprio a Zhengzhou con la partecipazione del presidente della commissione Marco Gaudini, delegato dal sindaco Luigi de Magistris, al Forum dei sindaci sul turismo e la sostenibilità. Durante questo delicato periodo per l'emergenza Covid-19, le due città hanno mantenuto rapporti costanti anche per il tramite dei responsabili dell'ufficio diplomatico della città cinese. E nei giorni scorsi, il sindaco de Magistris aveva scritto una lettera al sindaco di Zhengzhou chiedendo, in virtù di questo rapporto, "una collaborazione per sostenere in questa emergenza Napoli ed i napoletani".

10:56 - Coronavirus e violenza domestica, un'emoticon per denunciare

Un'emoticon sul proprio stato di Facebook per denunciare episodi di violenza domestica ai tempi del Coronavirus: a lanciare l'iniziativa è l'avvocato Carmen Posillipo, del foro di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), la quale, dopo il caso di una sua cliente picchiata in casa dal marito violento, si è messa al telefono per avere informazioni da tutte le sue assistite in causa per ottenere la separazione dai consorti accusati di maltrattamenti. "Potremmo inventarci un codice morse per i social e per whatsapp - scrive - e magari coloro che sono vittime di violenza di genere in questo momento, e non possono denunciare, possono trasmettere dei segnali", così, "potremmo denunciare noi per loro". 

10:52 - Altro decesso in una casa di riposo nel Salernitano

C'è un' altra vittima in una casa di riposo di Sala Consilina (in provincia di Salerno). Si tratta di un uomo di 87 anni, morto all'ospedale di Oliveto Citra (nel Salernitano) presso il quale era ricoverato da alcuni giorni. Il 25 marzo scorso era deceduto un altro 84enne sempre ospite della stessa casa di cura. Al momento risultano 39 i contagiati all'interno della struttura tra anziani e dipendenti. Nelle prossime ore si attendono gli esiti su ulteriori tamponi effettuati nella giornata di ieri. Resta sempre "blindata" e sotto controllo la casa di cura da parte dei sanitari del Dipartimento di Prevenzione del locale distretto sanitario.

10:43 - Stanziati 200mila euro per indigenti a Pozzuoli

Un fondo comunale pari a 200mila euro è stato stanziato dall'amministrazione comunale di Pozzuoli per aiutare indigenti, disoccupati e quanti vivono situazioni di disagio economico in questa lunga ed estenuante emergenza sanitaria. A tale stanziamento si aggiungeranno le somme derivanti dal conto attivato due giorni fa per raccogliere donazioni. I destinatari del beneficio riceveranno un blocchetto di buoni per complessivi 100 euro da spendere presso esercizi commerciali convenzionatisi con l'ente in seguito a manifestazione di interesse. L'individuazione dei beneficiari sarà effettuata dai Servizi Sociali attraverso determinati e precisi criteri, sottoscrivendo un'autocertificazione

10:18 - Richiesta di giga gratis e minuti illimitati nel Salernitano

Concessione di giga gratuiti e di minuti illimitati a beneficio di tutti i cittadini residenti a Caggiano (Salerno), limitatamente al periodo di emergenza coronavirus. Lo chiede il sindaco, Modesto Lamattina, con una nota inviata a tutti i gestori nazionali di telefonia mobile al fine di poter facilitare al meglio la necessità di smart working e di didattica a distanza. "Si tratta - dichiara il primo cittadino di Caggiano - di un'azione di solidarietà digitale che potrebbe rendere più facile la ripresa economica della nostra piccola ma produttiva comunità". Il comune di Caggiano è uno dei cinque comuni a sud di Salerno dichiarati zona rossa dallo scorso 15 marzo.

10:14 - Da Parco Nazionale Vesuvio 45mila euro per strutture sanitarie

Anche l'Ente Parco Nazionale del Vesuvio è in campo per fermare l'emergenza coronavirus. Con una apposita delibera presidenziale, si è stabilito di devolvere l'incasso della vendita dei biglietti per le visite guidate al Gran Cono per acquisti di apparecchiature e dispositivi medicali utili al potenziamento delle strutture sanitarie regionali. L'incasso è pari a 44.194,41 euro ed è relativo al periodo che va dal 23 al 29 febbraio 2020. Nelle prossime ore gli uffici dell'Ente trasferiranno la somma sul conto corrente predisposto dalla Regione Campania per la raccolta fondi. ''Con la speranza che tale crisi veda la sua fine nel minor tempo possibile'' fanno sapere dal Parco ''si coglie l'occasione per esprimere massima solidarietà a tutti coloro che sono stati colpiti dalla malattia e a quanti quotidianamente lavorano per fermarla''.

9:26 - Focolaio da riunione preghiera, altro decesso

Salgono a cinque i decessi nel Vallo di Diano, a sud di Salerno. La notte scorsa è morto un uomo di 86 anni di Teggiano. L'anziano da qualche giorno era ricoverato presso il reparto Covid-19 dell'ospedale di Polla. Il suo contagio è riconducibile al focolaio sviluppatosi a seguito della riunione di preghiera svoltasi nel Vallo di Diano a fine febbraio.

9:19 - Commissario ospedale di Caserta: "Fase critica vicina"

"Stiamo per entrare anche nella nostra regione e nella nostra provincia nella fase critica della diffusione del virus Covid-19. I prossimi venti giorni saranno decisivi e noi tutti siamo chiamati a fare il massimo. Dobbiamo offrire cura e speranza ai nostri concittadini, oltre ogni dovere contrattuale. Dobbiamo farlo anche per i nostri figli, le nostre famiglie e i nostri amici". Così il Commissario Straordinario dell'ospedale di Caserta, Carmine Mariano, in una lettera indirizzata ai dipendenti, scritta in vista dell'atteso picco del contagio da Coronavirus.

9:16 - A Torre del Greco nove i morti in totale

Cresce ancora il numero delle persone decedute dopo essere risultate positive al tampone del Coronavirus a Torre del Greco, nel Napoletano. Ora sono nove sono i morti in totale, dopo essere risultate positive al Covid-19. 

9:15 - Primo tampone positivo ad Anacapri

Tampone positivo ad Anacapri per un giovane rientrato il 16 marzo dalla terraferma dove lavora. Si tratta del primo caso sull'isola azzurra. Lo ha annunciato il sindaco, Alessandro Scoppa, ieri sera con un post pubblicato sull'account Facebook dell'amministrazione comunale.
Il dipartimento di prevenzione Asl Napoli 1 Centro, con una nota del dirigente Giovanni Garofalo, spiega: "Si tiene a precisare che già sul traghetto il soggetto era munito di mascherina e guanti, che da parte del sottoscritto sono stati identificati i possibili contatti, raggiunti e messi in isolamento. Una volta giunto a destinazione il soggetto è stato messo in isolamento in altra struttura non di residenza per cui con i familiari non sono stati contattati dopo il suo rientro. Il soggetto è monitorato e le sue condizioni sono buone tanto da permettere il suo permanere nel domicilio di isolamento". Il dipartimento ha inoltre aggiunto che "la morbosa ricerca del nome del paziente è contro legge e che saranno presi seri provvedimenti con chiunque dovesse venire a conoscenza del nominativo per motivi professionali e dovesse rivelarlo all' opinione pubblica".

8:16 - Sono 1454 i contagiati in Campania

Sono 145 le persone che oggi sono risultate contagiate dal coronavirus in Campania. Lo rende noto l'Unità di Crisi della Regione Campania. In giornata sono stati esaminati 1061 tamponi. Adesso le persone affette da Covid-19 nella regione 1.454. Complessivamente sono stati eseguiti 9728 test. Oggi, nel centro dell'ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati 369 tamponi (35 positivi); all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno 102 tamponi (52 positivi); nell'ospedale Moscati di Avellino 78 tamponi (7 positivi); nel centro di riferimento dell'ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno 253 tamponi (25 positivi); nel laboratorio della Federico II 65 tamponi (13 positivi); al centro di riferimento dell'ospedale Moscati di Aversa 87 tamponi (1 positivo); al centro di riferimento l'ospedale Sant'Anna di Caserta 65 tamponi (2 positivi), infine nel centro di riferimento dell'ospedale San Paolo di Napoli 42 tamponi (10 positivi).

8:13 – Assunti 104 nuovi medici in Campania

"Abbiamo reclutato 104 dirigenti medici, 160 specializzandi, 419 infermieri e 188 operatori socio sanitari. Un grande sforzo per rafforzare la nostra capacità di fronteggiare il coronavirus", ha detto all'ANSA Enrico Coscioni, consigliere del presidente della Regione Campania ,Vincenzo De Luca, spiegando le nuove assunzioni della Regione in sanità. Le assunzioni sono state effettuate con lo scorrimento delle graduatorie e prevedono contratti a tempo determinato e contratti a tempo indeterminato. Coscioni ha spiegato anche che i sanitari in arrivo dalla Germania saranno tutti diretti all'ASL Napoli 3 Sud: "Si tratta al momento – afferma Coscioni – di due anestesisti e due infermieri specializzati che andranno all'ASL Napoli 3 Sud, arriveranno in un paio di giorni".

8:09 – Ercolano, contagiata una ospite della casa di riposo

Una di donna di 81 anni, ospite nella casa di riposo a Ercolano (Napoli) in cui si trovava anche un 73enne poi deceduto lunedì, risulta contagiata dal coronavirus. Lo comunica il sindaco, Ciro Buonajuto, sulla pagina facebook spiegando che si tratta dell'unico contagio registrato oggi in città. La donna si trova ricoverata da qualche giorno all'ospedale Maresca di Torre del Greco (Napoli) e le sue condizioni sono sotto stretta osservazione da parte dei medici. Al momento sono stabili le condizioni degli altri tre contagiati ercolanesi, anche loro sottoposti a rigida vigilanza sanitaria da parte dell'Asl

Data ultima modifica 27 marzo 2020 ore 16:40

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"