Coronavirus: Bankitalia, costi sociali ed economici enormi

Lavoro

"I dati disponibili sulla fiducia e le aspettative di famiglie e imprese e quelli relativi al mercato del lavoro segnalano chiaramente che i costi economici e sociali della pandemia di Covid-19  saranno enormi". Lo scrivono Alberto Locarno e Roberto Zizza nella pubblicazione, diffusa dalla Banca d'Italia, dal titolo 'Previsioni al tempo del coronavirus'.  "Il suo impatto sull'attività produttiva - dicono - sarà paragonabile a quello delle più grandi crisi dell'ultimo secolo e coinvolgerà, sebbene con intensità diversa, tutte le economie mondiali, avanzate e no". "Se il ritorno alla crescita di alcuni settori sarà scandito dalla curva dei contagi, e quindi dalle connesse decisioni del governo in merito alla graduale riapertura delle attività produttive attualmente sospese, per altri, soprattutto quelli legati al turismo e alle attività ricreative, è a priori difficile prevedere il momento della normalizzazione", dicono.

 

Previsioni difficili per dimensione e durata della crisi

 

Come spiega l'istituto di via Nazionale nel diffondere la pubblicazione, tra i fattori che rendono più difficile fare previsioni sull'economia, "oltre alla mancanza di informazioni da incertezza sull'efficacia delle politiche sanitarie e di distanziamento sociale" c'è "la dimensione, la durata e la diffusione geografica dello shock". Inoltre, avverte Bankitalia, ci sono "la compresenza di shock di domanda e di offerta, da cui dipendono le relazioni tra le principali variabili economiche, in particolare crescita e inflazione" e "la molteplicità dei canali di trasmissione attraverso cui gli effetti della pandemia si trasmettono all'attività produttiva".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24