Soprintendenza vuole tutelare trabocchi

Abruzzo
@ANSA
de8a56fe098a0c8b990ae396a7de05b1

Individuati 11 strutture nel Chietino, avviato iter procedurale

(ANSA) - CHIETI, 1 AGO - La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Abruzzo ha avviato, in applicazione del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, i procedimenti per il riconoscimento dell'interesse culturale di undici trabocchi, antiche macchine da pesca della costa della provincia di Chieti, con la finalità di garantirne la corretta conservazione e di stimolarne gli usi compatibili. Si tratta del 'Turchino', 'Gnannarella' e 'Lupone' a San Vito Chietino, 'Punta Torre' a Rocca San Giovanni, 'Punta Le Morge' a Torino di Sangro, 'Canale', 'Punta Aderci', 'Vignola', 'Grotta del Saraceno', 'Rosa dei Venti' e 'Punta San Nicola' a Vasto. I decreti di riconoscimento dell'interesse culturale conterranno le indicazioni operative per i corretti interventi di recupero, mantenimento ed uso compatibile dei trabocchi, fornendo così gli elementi di base per una auspicabile, nuova norma regionale complessiva sulla tutela e valorizzazione di queste macchine da pesca, includendovi l'indissolubile rapporto con il paesaggio costiero.
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24