Sabina Rossa, la memoria è un dovere

Liguria
@ANSA
04614a24efae5c1b71027c0445d496f5

Conservare tracce e interrogarci sui fatti della storia recente

"Credo che fare memoria significhi conservare le tracce degli avvenimenti importanti che sono accaduti e credo che questo debba fare in modo che tutti noi dobbiamo oggi interrogarci sui fatti della nostra storia recente e impegnarci, perché la memoria è anche un dovere, per difendere le libertà di tutti e la democrazia". E' questo l'invito che arriva dalla figlia di Guido Rossa, Sabina, a margine della commemorazione in Via Fracchia per i 40 anni dell'assassinio del padre, da parte delle Br. Una cerimonia che arriva dopo la commemorazione che ieri, all'Ilva di Cornigliano, ha visto anche la presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
    "Ieri la presenza del capo dello Stato ha onorato tutti noi, tutta la città - ha detto - per le parole che ha saputo usare.
    Le parole che più mi sono rimaste nella memoria sono state 'perché è potuto accadere' e come queste parole siano ancora di grande attualità per la nostra democrazia".
   

Genova: I più letti