Livorno cita in tribunale ex sindaco Pd

Toscana
@ANSA
15e211dedc476749e1b00548c1812e76

Due lettere patronage su mutuo 15 mln. Banca vuole 800mila euro

(ANSA) - LIVORNO, 11 APR - Il Comune di Livorno ha citato a giudizio l'ex sindaco Pd Alessandro Cosimi, per due lettere a garanzia di un mutuo da 14,5 milioni riguardanti un'operazione finanziaria effettuata nel 2005 ma che non comparirebbero negli atti dell'amministrazione. Tra il 2005 e il 2006, spiega una nota del Comune, l'allora "sindaco Cosimi ha firmato due lettere di patronage a garanzia di un mutuo da 15 mln, contratto da Aamps con il Banco popolare di S.Geminiano e S.Prospero", "senza che il Consiglio comunale ne fosse informato, come prevede la legge". Il Comune chiede i danni a Cosimi con una causa civile.
    In forza delle lettere, nel 2018 la banca ha citato in giudizio il Comune chiedendo il riconoscimento di 817.121 euro. Il Comune si è opposto ritenendo nulle le missive e ha deciso di citare in giudizio Cosimi. "Abbiamo agito solo nell'interesse del Comune e dell'azienda: eravamo soci al 100% di Aamps e per questo abbiamo preso l'impegno di supportare la nostra azienda" è la replica di Alessandro Cosimi.
   

Firenze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24