Fase 2, giovane molisana rinuncia a rientrare, 'resto a Milano'

Molise
5e8a5598f2ffe2721c58304a33d519cf

Per evitare rischi a famiglia e paese, S.Giacomo degli Schiavoni

(ANSA) - TERMOLI, 05 MAG - "Ho deciso di non rientrare in Molise, nonostante qui a Milano la situazione sia peggiore, per evitare rischi al mio paese e alla mia famiglia". Stefania, 29enne di S.Giacomo degli Schiavoni (Campobasso), dipendente di un brand di accessori di abbigliamento racconta: "A inizio marzo, in piena emergenza coronavirus, sono stata trasferita nel punto vendita nella stazione centrale. Sono poi stata in quarantena, oggi sono in cassa integrazione. Non siamo ancora informati sulle date di riapertura". "E' stata dura, ma sono rimasta a Milano per evitare rischi ai miei cari. Oggi avrei potuto fare ritorno a San Giacomo, ma ho deciso di restare, visto che in Molise ci sono pochi casi. Aspetterò le ferie di agosto per riabbracciare i miei genitori". Intanto nella vicina Termoli aperti pochi bar e ristoranti, solo per l'asporto, in periferia. In centro storico tutto chiuso. "C'è stato poco movimento - spiegano i gestori di una pasticceria - un po' di caffetteria e cornetti. La gente è ancora confusa a seguito degli ultimi decreti". (ANSA).
   

Campobasso: I più letti