Antropologo, fortuna Molise è isolamento e diffidenza

Molise
c7cf6656b1410f6908819732eca8e556

Bindi (Unimol) paesi virus free, ma anche paura sanità locale

(ANSA) - CAMPOBASSO, 23 APR - "Il fatto che il Molise sia composto per la sua gran parte da piccoli borghi e paesi relativamente riposti può aver giocato e giocare un ruolo nel rallentamento della diffusione del virus e nell'adesione - spiega Letizia Bindi, antropologa culturale Unimol - complessiva al distanziamento sociale e alle cautele suggerite per evitare il contagio. Ho potuto osservare una serie di atteggiamenti che denotano una notevole diffidenza da un lato e al tempo stesso un'osservanza timorosa e scrupolosa delle regole di evitazione del contagio che probabilmente ha aiutato l'esito cui oggi assistiamo. È forte la preoccupazione circa il rischio di una sanità già fragile e smantellata da progressive e recenti chiusure dei presidi ospedalieri. C'è sicuramente un senso di responsabilità grande nelle piccole comunità locali, ma anche la percezione acuta di essere per certi versi 'figli di un dio minore'". (ANSA).
   

Campobasso: I più letti